Aids, non è l'unico caso l'HIV in remissione in bambina sudafricana

27 luglio 2017 ore 11:14, Andrea Barcariol
Si sta diffonendo in tutto il mondo la notizia secondo cui una bambina sudafricana è guarita dall’HIV. Purtroppo non è propriamente così; contagiata dalla mamma al momento del parto, la bimba è stata messa in terapia anti-retrovirale a nove settimane per 10 mesi, nel momento in cui si era avuta la soppressione virale. Oggi, dopo otto anni e mezzo senza farmaci, il virus è ancora sotto controllo. Sotto controllo ma non sconfitto perché, al contrario di Hcv, il virus dell'epatite C, Hiv è molto più insidioso, si insinua nel nostro sistema immunitario creando dei depositi che non possono essere attaccati dai farmaci e quindi non può essere eradicato e sconfitto, come accade con l'epatite C.

Aids, non è l'unico caso l'HIV in remissione in bambina sudafricana
Il caso della bimba è stato presentato a Parigi, al congresso Ias, l'International aids society, in corso fino a mercoledì ed è il terzo caso, dopo il Mississippi baby, sottoposto alle cure a sole 30 ore di vita, rimasta 27 mesi senza terapie prima che il virus ricomparisse; e un caso di un adolescente francese che oggi ha circa vent'anni e non è in terapia da quando ne aveva sei. La bambina sudafricana fa parte di un trial clinico che investiga l'effetto di un trattamento precocissimo di bambini positivi all'Hiv nelle prime settimane di vita. Sospendendo poi la terapia antiretrovirale per verificare la reazione del virus. La maggior parte dei pazienti infetti rispondono alla sospensione dei farmaci con una risposta virologica aumentata, ma nei bambini trattati molto precocemente potrebbe sia diverso. "E' un caso molto raro - ha spiegato Linda-Gail Bekker, presidente Ias - e pone molte più domande che risposte".

LO STUDIO
E' stato finanziato dal National Institute of Allergy and Infectious Diseases, diretto da Anthony Fauci, uno dei massimi esperti mondiali di Aids. “La bimba non ha una mutazione che potrebbe darle una resistenza naturale all’infezione da Hiv dunque la remissione sembrerebbe essere legata al trattamento precoce” – afferma Fauci. Lo studio è cominciato nel 2014 in Sud-america, Haiti, Africa e Stati Uniti e alcuni dei primi partecipanti potrebbero sospendere il trattamento quest'anno.

#AIDS #bambina #sudafricana




caricamento in corso...
caricamento in corso...