Funziona il contraccettivo maschile, ma sul 5% ha l'effetto indesiderato

27 marzo 2017 ore 12:46, Andrea De Angelis
Il contraccettivo ormonale adesso arriva anche per gli uomini. Annosa questione quella delle gravidanze indesiderate e del come evitarle. In realtà il metodo naturale, messo in cantina da una società nella quale è più facile avere (in questo caso eliminare) tutto e subito, continua ad avere un suo valore importante. Il calcolo delle giornate, l'ovulazione e così via. Più facile però prendere una pillola, nonostante i rischi connessi. Non sempre, ci mancherebbe altro. Allora la notizia del primo contraccettivo ormonale per quello che ancora oggi viene volgarmente chiamato il sesso forte assume sicuramente una sua valenza. Non solo preservativo, tanto per lanciare uno slogan che fa presa. 

Funziona il contraccettivo maschile, ma sul 5% ha l'effetto indesiderato
CONTRACCETTIVO PER LUI
A coordinare la sperimentazione è Mario Philip Reyes Festin dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Va detto che la pillola maschile, comunemente chiamata anche pillolo, è uno strumento di contraccezione farmacologico per uso orale. È uno dei pochi metodi di contraccezione maschile, insieme al profilattico e alla vasectomia con quest'ultima che però, come noto, ha effetti irreversibili sulla fertilità. Il farmaco si basa, stando a quanto riportano fino ad ora diverse riviste scientifiche, su una somministrazione combinata di testosterone e progestinico, in modo simile a quanto avviene per la pillola destinata alla popolazione femminile. 

L'ESPERIMENTO
Sono 320 gli uomini provenienti da 7 Paesi del mondo (tra cui anche l'Italia) utilizzati per l'esperimento scientifico. L’intento dello studio era quello di verificare che il nuovo composto ormonale riducesse la concentrazione di spermatozoi per ogni millilitro di liquido seminale al di sotto di 1 milione, quando 15 milioni per millilitro è il numero normalmente presente negli uomini fertili. Un vero e proprio crollo, dunque, superiore al 90%. Numeri necessari per la riuscita della sperimentazione, pur restando aperta ancora la questione relativa, come vedremo tra un attimo, agli effetti collaterali. 

Funziona il contraccettivo maschile, ma sul 5% ha l'effetto indesiderato
I RISULTATI
I risultati della ricerca hanno mostrato che il nuovo composto ormonale è efficace nel 96% dei casi, dimostrando un tasso di successo sovrapponibile a quello di altre strategie anticoncezionali come lo stesso preservativo. Una volta interrotta l’iniezione di ormoni, inoltre, il 95% degli uomini a mostrato un ritorno ai valori normali nel numero di spermatozoi nell’arco di un anno.  A preoccupare maggiormente i ricercatori, scrive puntualmente La Stampa, è l’incidenza di effetti collaterali, riconducibili soprattutto a disturbi dell’umore e depressione, che hanno interessato rispettivamente il 5% e il 3% dei pazienti. 

#contraccettivo #maschile #pillolo
caricamento in corso...
caricamento in corso...