Stupro choc 13enne: preso 'maniaco ascensore' con ‘tendenze sadiche’

29 settembre 2017 ore 13:01, Luca Lippi
Era già noto alla giustizia come ‘il maniaco dell’ascensore’. Per l’ennesima volta, ha seguito una bambina per poi usarle violenza sul pianerottolo di casa. È la storia di E.B., protagonista dell’ennesima violenza sessuale, fermato a Milano dalla polizia con l'accusa di aver molestato sessualmente una ragazzina minorenne. Il reato si è consumato a via Rubens nel capoluogo lombardo.

IL FATTO
L'aggressore ha seguito fin sotto casa la studentessa, è salito con lei in ascensore all'interno di un condominio nella periferia ovest della città, e l'ha aggredita. Tutto si è svolto nel giro di pochi istanti, dopodiché l'uomo è fuggito. Sotto la guida di Lorenzo Bucossi e coordinati dal Pm Gianluca Prisco, gli investigatori hanno individuato l’uomo. L’individuazione del criminale è stata possibile grazie alle telecamere di sorveglianza dove si nota un particolare del violentatore già noto alla questura, un tatuaggio sulla gamba.
Stupro choc 13enne: preso 'maniaco ascensore' con ‘tendenze sadiche’
Nei fotogrammi si vede l’uomo uscire dalla stazione della metro ‘Segesta’, subito confrontando i dati dell’abbonamento passato al tornello lo hanni identificato e braccato finchè lo stesso 38enne genovese si è arreso costituendosi in Procura.

UN VIOLENTATORE SERIALE
Già condannato per reati di violenza sessuale, E. B. è un cittadino italiano di 38 con un curriculum di 25 violenze sessuali avvenute in Liguria. Già condannato a 14 anni per diversi reati a sfondo sessuale commessi tra il 2004 e il 2006, B. era uscito dal carcere nell'agosto del 2014 dopo aver scontato 8 anni di reclusione. 
Torna in manette per il reato sulla 13enne milanese e la sequenza della violenza ricalca il modus operandi di precedenti reati commessi dallo stesso B. 
Il capo della squadra mobile Bucossi ha sottolineato: "È un criminale seriale e in queste ore siamo al lavoro per ricostruire i suoi movimenti e capire se abbia usato violenza anche a altre donne". Secondo la perizia psichiatrica depositata agli atti per i fatti tra il 2004 e il 2006, il B. è stato giudicato affetto da “narcisismo istrionico con tendenze sadiche”.

LE CONDIZIONI DELLA VITTIMA
L'adolescente è stata portata per accertamenti alla clinica Mangiagalli, dove c'è un centro specializzato, che nell'ultimo mese ha avuto spazio, suo malgrado, nelle cronache. Nel medesimo centro è stata assistita l’'81enne violentata al parco Nord e la canadese violentata da un tassista abusivo in zona Crescenzago. Le parole della vittima che si è subito mostrata lucida e collaborativa, hanno aiutato gli investigatori nell’individuazione del B.

#Violenza #Sessuale #tredicenne #Milano #Arrestato #Maniaco #seriale
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...