Tari Pontida, Battaglia (Lgbt): "Questa è discriminazione. Nostra reversibilità no"

29 settembre 2017 ore 16:32, Americo Mascarucci
Il sindaco di Pontida Luigi Carozzi ha annunciato la decisione della giunta leghista di azzerare che la tassa dei rifiuti per i residenti che "contraggono matrimonio civile, concordatario" (o secondo altri riti religiosi di confessioni riconosciute dallo Stato italiano) e a coloro che hanno avuto un figlio entro due anni dalla celebrazione delle nozze. Una scelta che quindi esclude le coppie omosessuali unite da unioni civili, fatto questo che ha provocato l'indignazione del mondo Lgbt come conferma ad Intelligonews Imma Battaglia storica combattente dei diritti degli omosessuali.
Tari Pontida, Battaglia (Lgbt): 'Questa è discriminazione. Nostra reversibilità no'

La delibera di Pontida esclude le coppie gay dalle agevolazioni previste sulla Tari? Come commenta?

"Mi chiedo se un sindaco possa fare una cosa del genere, ne dubito da un punto di vista legale. Mi auguro che il consiglio comunale si opponga a questa iniziativa che considero becera e assurda. E' evidente che quando si sta sotto elezioni la demagogia e il populismo abbondano. Questa è una chiara mossa propagandistica che giudico patetica e ridicola. Poi se dovessimo andare a fare un'analisi attenta scopriremmo che sono pochi quelli che comprano una casa, perché oggi con la mancanza di lavoro, la crisi economica e tutti i problemi che conosciamo, nascono sempre meno figli. Sarebbe molto più utile forse realizzare politiche in grado di garantire casa e lavoro alle famiglie invece che inseguire mosse populiste".

Però c'è chi fa notare come tanto scandalo non si è fatto quando la legge Cirinnà ha riconosciuto il diritto alla reversibilità per le coppie gay ma non per quelle etero che non sono sposate. Anche questa non è discriminazione?

"Non c'è nessuna discriminazione. Le coppie etero per far valere i loro diritti hanno l'istituto del matrimonio che alle coppie gay invece continua ad essere negato. La legge Cirinnà in attesa di arrivare al matrimonio egualitario ha riconosciuto per le coppie gay il diritto alla reversibilità attraverso l'istituto dell'unione civile.  Le coppie etero basta che si sposino e otterranno automaticamente i diritti già previsti dal codice civile". 

caricamento in corso...
caricamento in corso...