Sara Manfuso (Pd): "Con D'Attorre (Mdp) ci siamo lasciati". Ma Alfredo aveva il quid

04 ottobre 2017 ore 10:47, intelligo
La militante Pd rivela on air su Rai Radio1 di aver interrotto la relazione con il deputato Mdp: non c'è un altro uomo ma ho ricevuto una proposta di matrimono. A Un Giorno da Pecora, un paio di anni fa, aveva raccontato i dettagli della sua relazione con l'allora deputato Pd Alfredo D'Attorre. Oggi, ospite in studio del programma di Rai Radio1 condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari, Sara Manfuso, militante Pd e Presidente dell'Associazione per i diritti delle donne I Woman, ha rivelato, per la prima volta, che quella relazione si è conclusa, ormai da qualche mese. “Sono l'ex compagna di Alfredo D'Attorre, ci siamo lasciati. E' stata una decisione condivisa”, ha subito spiegato la Manfuso a Rai Radio1. Vi siete lasciati in malo modo? “No, è stata una interruzione di rapporto serena, abbiamo una bambina di 4 anni che amiamo al di sopra di ogni cosa. Io e lui siamo veramente distesi, abbiamo rapporti ottimi. La coppia è finita ma noi siamo una famiglia, orientata dall'obbiettivo comune del bene della propria figlia”. La
Sara Manfuso (Pd): 'Con D'Attorre (Mdp) ci siamo lasciati'. Ma Alfredo aveva il quid
bambina ora è rimasta con lei? “Si”. Quando vi siete lasciati? “Prima dell'estate, sono già passati diversi mesi”. Come mai vi siete lasciati? Forse perché mentre lui passava ad Mdp lei si iscriveva, da renziana, al Pd? “Preferisco non dire le ragioni di questa fine - ha detto a Un Giorno da Pecora - ma di sicuro posso escludere quella che sicuramente non c'entra nulla: la politica”. Lei come sta vivendo questa fine? “Sto bene, siamo rimasti due persone che si adorano e si vogliono bene, siamo amici”. Siete rimasti più amici lei è D'Attorre o il suo ex e Renzi? “Non basta stare sotto lo stesso tetto politico per esser amici, purtroppo”.  

ELEZIONI
Sara Manfuso pensa di candidarsi alle prossime elezioni? “Io sono disponibile a continuare il mio impegno di carattere civico, con la mia associazione, dialogando con la politica”. Lei è una donna giovane, capace e molto bella. D'Attorre, dicono i maligni, è un tipo più ordinario. Cosa la incuriosiva del suo ex? “Il low profile di Alfredo, anche nell'abbigliamento, mi è sempre piaciuto, questi uomini che vogliono esibire a tutti i costi non mi piacciono. Alfredo aveva il quid”. Lei, però, ci disse che a casa era un po' noioso. “E lo confermo. Ma non nei contenuti: le cose che dice sono interessanti, da persona acuta”. Ma si vendeva male... “Io all'inizio ho provato a farlo ragionare su questo punto, spigandogli che diceva cose interessanti ma avrebbe dovuto farlo in modo diverso, magari usando anche un tono ed avendo look diverso. Ma io e lui ci somigliamo molto caratterialmente, abbiamo un'impostazione rigida, un po' pedante. Alfredo, una volta, mi disse che con me si sentiva quasi un ribelle, nel senso che ero più pesante di lui!”. Visto che sono passati alcuni mesi dalla fine della vostra relazione, ci può dire se ora c'è già qualche uomo nella sua vita? “Per esser sereno c'è bisogno di stare da soli”. Dagospia, però, qualche giorno fa, ha segnalato che tra voi ci poteva essere qualcosa che non andava. Quell'articolo ha suscitato l'interesse di qualche suo spasimante? “Mi è arrivata una proposta molto particolare e ha avanzato anche una proposta di matrimonio. Io ho risposto di no”. D'Attorre, ospite di Un Giorno da Pecora anni fa, ci disse che vi sareste dovuti sposare nel 2015..."Lo ha detto davvero? E' impossibile. Lui doveva ancora divorziare, come facevamo a sposarci?". Secondo lei c'è la possibilità che possiate insieme? “Non mi piace ipotecare il futuro”. Mai dire mai, quindi? “Esatto”, ha concluso Sara Manfuso a Un Giorno da Pecora Radio1.

VIDEO / CLICCA QUI PER S. MANFUSO A UN GIORNO DA PECORA RADIO1

#dattorre #SaraManfuso

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...