"In albergo a fare sesso": comandante dei vigili urbani rimosso per denuncia

06 aprile 2017 ore 15:08, Americo Mascarucci
La Procura lo vuole processare e intanto il sindaco di Lucca lo ha rimosso dall'incarico di comandante dei Vigili urbani. Su di lui pesa l'accusa di aver ricattato sessualmente una sottoposta. Questa è l'ipotesi che gli inquirenti muovono nei confronti dell'ormai ex comandante della Municipale. La presunta vittima sarebbe una vigilessa di 40 anni, sposata e madre di due figli. Oltre all'accusa a sfondo sessuale poi la Procura muoverebbe nei confronti dell'uomo anche quella di calunnia per aver tentato a sua volta di accusare la vigilessa di avergli promesso sesso in cambio di una promozione. 
'In albergo a fare sesso': comandante dei vigili urbani rimosso per denuncia


LE ACCUSE
Ad accusare l'ex comandante cìè appunto la presunta vittima che avrebbe denunciato il tentativo di ricatto sessuale avvenuto, secondo quanto riferito dalla donna, nel novembre del 2014. Il comandante avrebbe incaricato la sua subalterna di accompagnarlo presso la sede della Regione Tscana sebbene a detta della vigilessa, non rientrasse nei suoi compiti quello di accompagnare il suo superiore. Ad un certo punto l'uomo, avrebbe invitato la vigilessa ad uscire al successivo casello autostradale cosa strana visto che per arrivare a Firenze si sarebbe dovuto procedere sul tratto autostradale. "Lì c'è un albergo, andiamo a fare l'amore" gli avrebbe risposto il superiore. Al rifiuto reiterato della donna, l'uomo l'avrebbe minacciata facendole intuire la possibilità di ritorsioni sul posto di lavoro.
E secondo l'accusa poco dopo la vigilessa si sarebbe vista negare un avanzamento di livello che le sarebbe invece spettato di diritto. Da qui l'accusa e la conseguente richiesta di rinvio a giudizio. 
Le prove? Ci sarebbero le testimonianze della madre della vigilessa e delle colleghe con le quali la presunta vittima si sarebbe confidata al suo rientro da quella "finta missione". 
Come detto l'uomo si è difeso accusando a sua volta la vigilessa di averlo ricattato per avere una promozione in cambio di sesso, ma per la Procura la tesi dell'ex comandante non reggerebbe dal momento che la donna pare possedesse tutti i requisiti per ottenere quella promozione senza bisogno di corrempere nessuno. 
Intanto il sindaco di Lucca ha rimosso il comandante in attesa che la vicenda giudiziaria si chiarisca. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...