Sanremo 2017 Conti-De Filippi: sit in anti-gender "le canta" contro utero in affitto

07 febbraio 2017 ore 11:53, Americo Mascarucci
Non si fermano le polemiche sul Festival di Sanremo che debutterà questa sera in prima serata su Raiuno. Dopo che Carlo Conti ha provato a mettere il silenziatore sulle polemiche relative al cachet annunciando di devolverne una parte a favore dei terremotati, adesso spunta la polemica anti-gender. Come annunciato il Popolo della Famiglia, movimento politico di ispirazione cattolica, ha organizzato un presidio di due ore, giovedì 9 e venerdì 10 febbraio dalle 19 alle 21 in Via Escoffier a pochi passi dal Teatro Ariston.
Lo slogan del presidio è "I figli non si pagano" e l'obiettivo è quello di protestare contro la pratica dell'utero in affitto che, come denunciano gli organizzatori della protesta, rischierebbe di trovare sponsorizzazioni da parte di alcuni ospiti. 
Sanremo 2017 Conti-De Filippi: sit in anti-gender 'le canta' contro utero in affitto

Lo scorso anno tutte le serate del Festival videro gran parte dei cantanti salire sul palco dell'Ariston ed esibirsi con i nastrini arcobaleno simbolo della battaglia per l'approvazione del Disegno di legge Cirinnà sulle unioni civili che in quel momento era in discussione in Parlamento. 
Il Ddl conteneva pure la contestatissima stepchild adoption, ossia la norma che prevedeva la possibilità per una coppia gay di adottare il figlio biologico del partner (magari ottenuto all'estero con la surrogata), poi in seguito stralciata grazie alla forte mobilitazione del mondo cattolico attraverso le piazze del Family Day.
Ma l'anno prima aveva fatto molto discutere la partecipazione di Elton John, che ha avuto insieme al suo compagno un figlio con la maternità surrogata. 
Il Popolo della Famiglia sarà in piazza a Sanremo dunque, come spiegano gli organizzatori, "per evidenziare come la pratica dell'utero in affitto sia illegale in Italia e sia punita oltre alla pratica anche la pubblicizzazione".
Il Popolo della Famiglia invita i telespettatori a spegnere la Tv per evitare il rischio di ascoltare, oltre alle canzoni, anche messaggi fortemente ideologici. 
"A Sanremo stasera ci sarà Ricky Martin che ha due figli con l'utero in affitto - attacca Mario Adinolfi - Tiziano Ferro che vuole fare un figlio da solo, negandogli il diritto di avere una madre che duetterà con Carmen Consoli che ha fatto un figlio da sola, negandogli il diritto di avere un padre. In gara Lodovica Comello, madrina del gay pride. Ora, potete dirci che i super-ospiti con i super-cachet li scegliete a caso, cari Conti e De Filippi, ma noi non ci crediamo. Se questa è la serata inaugurale, figuriamoci il resto. Noi, si guarda Roma-Fiorentina. E a Sanremo organizziamo un presidio per chi volesse venire a conoscere il Popolo della Famiglia. Quelli che gridano forte a Ricky Martin, a Tiziano Ferro, a Carmen Consoli che i figli non si pagano. I cantanti sì - conclude Adinolfi - purtroppo con i soldi delle famiglie italiane; i figli proprio no".

caricamento in corso...
caricamento in corso...