WhatsApp, non solo 'Speechless': link aperti in app, anti-malware

10 luglio 2017 ore 12:46, Stefano Ursi
La forza delle applicazioni di messaggistica istantanea, come dei software e degli applicativi in genere, è quella di sapersi rinnovare sempre. Oggi, relativamente a WhatsApp, si legge di una possibile novità relativamente all'apertura dei link, che spesso ci vengono inviati e che, a volte, possono contenere dei codici o dei malware pericolosi. Secondo quanto filtra sul web, sarebbe in fase di test una funzionalità che permetterebbe di aprire i link direttamente in app, senza passare per un browser esterno, tramite le Chrome Custom Tabs; il che, come ovvio, presupporrebbe un maggiore e più efficace controllo dei contenuti, in relazione a possibili pericoli derivanti da link dannosi. Un passaggio questo, qualora fosse confermato e arrivasse in un prossimo aggiornamento, di grande utilità vista la mole di link e di contenuti che ci si scambiano via WhatsApp ogni giorno nel mondo.

WhatsApp, non solo 'Speechless': link aperti in app, anti-malware
Intanto per il servizio di messaggistica istantanea è arrivata l'app 'speechless', che permette di convertire i messaggi vocali in testo; il software si integra nei menu di condivisione del telefono e appare all’interno di questi ultimi con la sua icona ogni volta che selezionato c’è un file audio: non solo messaggi vocali di WhatsApp quindi, ma anche note personali. Esportandoli tramite l’apposito pulsante vengono caricati nel cloud messo in piedi dagli sviluppatori e convertito da un algoritmo di riconoscimento vocale. L’app si scarica gratuitamente e non richiede alcun costo per la conversione delle note vocali non più lunghe di 15 secondi: tramite un acquisto in-app è possibile rimuovere questo limite, convertendo qualsiasi nota vocale fino a 5 minuti di durata.

Si parla molto, poi, di un 'pacchetto estate', ovvero due novità che toccano direttamente il comparto grafica e quello foto; la prima novità riguarda infatti la possibilità di formattare il tasto utilizzando parole in grassetto, corsivo e barrato. La seconda novità, invece, riguarda la modalità notturna (night mode) all’interno della fotocamera dell’applicazione di messaggistica. Una volta abilitata, questa funzione dovrebbe consentire di scattare foto migliori al buio. Secondo le prime indiscrezioni, questa modalità avrebbe come intento quello di migliorare sia la qualità delle fotografie scattate di notte o in condizioni di scarsa illuminazione, che la qualità delle video chiamate.

#whatsapp #speechless #link #link
autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...