PlayStore, occhio alle app: 800 infettate da malware Xavier. Quali sono

15 giugno 2017 ore 13:50, Stefano Ursi
Si torna a parlare in queste ore di un malware che circola fra le app. Si chiama Xavier il nuovo malware che sarebbe stato intercettato sul PlayStore dagli esperti della società di sicurezza informatica Trend Micro, che però non è proprio un novello sulla scena delle minacce informatiche, visto che la prima volta che è stato visto risale al 2015; la scoperta di questi giorni, che lo ha riportato agli onori della cronaca, parla di almeno 800 applicazioni in cui Xavier si nasconderebbe, tutte gratuite e pare molto scaricate. Al momento, si apprende, Google avrebbe provveduto ad eliminarne circa un centinaio o qualcosa meno. La diffusione dell'infezione tramite scaricamento di app sarebbe avvenuta, si legge, prevalentemente in Asia ma alcuni casi sono stati registrati anche in Europa e Usa.

PlayStore, occhio alle app: 800 infettate da malware Xavier. Quali sono
Sono di vario tipo le app che contengono il malware Xavier, fra cui editor di foto, appe per scaricare sfondi e suonerie. Insomma tutte app che in moltissimi possono avere piacere di scaricare per aggiungere nuove features al proprio dispositivo. Una volta installata l’applicazione, si legge, questa si collega al server sorgente divenendo in grado di ricevere nuovi codici malevoli pronti per l'installazione sugli smartphone dei malcapitati. Ovviamente, come sempre, l'attività di questi malware passa per installare programmi e pop up pubblicitarie o tramite il blocco del telefono, che sarebbe la conseguenza di gran lunga peggiore, assieme a prendere possesso dei dati sensibili della persona a scopo truffa. Alla fine di maggio scorso, erano stati gli esperti di Check Point, ricercatori nel campo della sicurezza informatica, a scoprire e ad annunciare al mondo la presenza e gli effetti di una nuova famiglia di malware per Android, chiamata Judy.

Che si nascondeva, si legge, su uja cinquantina di applicazioni su Google Play, che Google dopo la segnalazione di Check Point provveduto a rimuovere. Si tratterebbe per la maggior parte, spiegano gli esperti della società, di giochi che sono stati sviluppati da una sola società e al momento non è dato sapere con certezza quanti dispositivi Android siano stati infettati, anche se una stima di queste ore parla di un numero fra gli 8 e i 36 milioni di dispositivi colpiti. Come sempre, anche se pare superfluo e a volte quasi fastidioso, ricordiamo alcune buone pratiche e regole per non incorrere (o almeno tentare) in virus, malware e altri pericoli quando scarichiamo app: innanzitutto scaricare sempre e comunque app da fonti verificate, bloccare le installazioni indesiderate, leggere bene la descrizione dell'app prima di scaricarla e soprattutto farsi un giro sui forum per vedere recensioni e giudizi degli esperti. La sicurezza e la cautela, quando ci sono di mezzo dispositivi personali come uno smartphone, non sono mai troppe.

#app #malware #xavier #playstore
autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...