Facebook Vs De Mari, Adinolfi: "Dice verità scientifiche sui gay. Su noi ondata di censure"

18 gennaio 2017 ore 13:32, Adriano Scianca
La pagina facebook di Silvana De Mari è stata chiusa. Ma non è la sola: "C'è un'ondata di chiusure dei profili di amici del Popolo della famiglia", spiega il fondatore del movimento, Mario Adinolfi. E a IntelligoNews dice: "La De Mari ha un'unica colpa: aver detto in termini scientifici la verità".

Facebook Vs De Mari, Adinolfi: 'Dice verità scientifiche sui gay. Su noi ondata di censure'

Facebook censura ancora una volta. È successo anche a lei, in passato.

«Io ho fatto una mesata di sospensione, sono un esperto in materia. C'è un'ondata di chiusure dei profili di amici del Popolo della famiglia. Noi abbiamo appena pubblicato un manifesto di solidarietà sia a Silvana che ad altri militanti del Pdf che hanno visto chiusi i propri profili perché evidentemente non in linea con i dettami Lgbt che ormai dominano la piattaforma di Facebook. Questo lo dobbiamo sottolineare per l'ennesima volta con grande dispiacere. Silvana De Mari ha un'unica colpa: aver detto in termini scientifici la verità. Ormai è intollerabile nella società virtuale».

Alcuni toni della De Mari sono sembrati un po' eccessivi anche a persone lontane dal mondo lgbt...

«Io penso che l'unica cosa che ha dato fastidio in quell'intervista fossero i rilievi di tipo medico e scientifico. Essendo Silvana De Mari una persona autorevolissima sia dal punto di vista medico che dal punto di vista neurologico e psicologico, credo che il problema sia nato da questo. La censura è la modalità sistematica del modo di fare dibattito di certi ambienti. Noi come Pdf e come quotidiano La Croce abbiamo ritenuto di dover difendere con nettezza le verità pronunciate da Silvana De Mari e da tanti altri nostri militanti che in questo momento stanno pagando il prezzo del bavaglio come prova generale del prezzo successivo che vorrebbero farci pagare con la legge Scalfarotto, che è quella di silenziarci attraverso la galera».

Secondo Vladimir Luxuria i rapporti anali farebbero bene alla prostata.

«Luxuria è un medico? Questa è la mia risposta».

Luxuria l'ha anche attaccata circa gli ospiti gay di Sanremo. Ha detto, ironicamente, che forse lei è pagato dall'ufficio stampa del Festival.

«Luxuria è sicuramente un esperto di marketing, evidentemente parla sulla base di un'esperienza personale, ma io non mi ci vedo ingaggiato dall'ufficio marketing di Sanremo».

caricamento in corso...
caricamento in corso...