Hacker "bucano" Ccleaner: a rischio 130 mln di utenti. Come difendersi

18 settembre 2017 ore 15:00, intelligo
Gli hacker hanno “bucato” Ccleaner. Secondo quanto comunica Avast, marchio del noto antivirus che ha acquisito popolare utility di pulizia e ottimizzazione del Pc, la versione pubblicata lo scorso agosto sarebbe stata compromessa e potrebbe installare software non desiderati nei dispositivi, in grado di prenderne il controllo. È stata la società di sicurezza ha scoprire la falla nella versione pubblicata sul Web ad agosto, la quale conterrebbe backdoor e strumenti di amministrazione dei computer da remoto. E in sostanza per gli utenti mantenere installata la versione di agosto è una minaccia seria, e lo sviluppatore di Ccleaner, Piriform, suggerisce a tutti gli utenti di aggiornare subito all'ultima versione, in cui la falla è stata riparata. 

Hacker 'bucano' Ccleaner: a rischio 130 mln di utenti. Come difendersi
MALWERE
Una notizia confermata alla Reuters, da Talos, il team di cybersecurity di Cisco e dalla stessa Piriform: “Abbiamo rilevato un’attività sospetta lo scorso 12 settembre, abbiamo scoperto che un indirizzo IP sconosciuto ha caricato sui nostri server delle versioni modificate del software. Queste contenevano una backdoor con cui gli hacker avrebbero potuto entrare nel vostro PC senza autorizzazione. Abbiamo lavorato con la Polizia per risolvere immediatamente il problema.” 

SOLUZIONE Ccleaner ospita 130 milioni di utenti che al mese scaricano circa cinque milioni di file. Adesso per gli utenti che utilizzano la piattaforma sono costretti a scaricare al più presto gli aggiornamenti (v5.34.6207) e di sostituire così il software malevolo installato. Nel caso si possegga la release gratuita, la procedura va eseguita manualmente, perché la soluzione non possiede sistemi di update automatici.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...