Niente più esplosioni 'effetto Galaxy Note 7', nuove batterie ignifughe

19 gennaio 2017 ore 10:20, intelligo
di Stefano Ursi

Sono noti alle cronache i casi di esplosione di Galaxy Note 7, e da tempo si parla di realizzare delle batterie che, pur non variando di dimensioni, siano sempre più potenti senza però andare incontro ad esplosioni. I ricercatori della Stanford University hanno messo a punto, come spiega la ricerca pubblicata su Science Advances, delle batterie ''ignifughe'', in grado di non andare velocemente al punto di fiamma e mettendo così al riparo gli utilizzatori da rischi come quello del Note 7. Tutto si annoda attorno al 'trifenilfosfato', ovvero un ritardante di fiamma inserito all'interno del separatore, capace di essere rilasciato appena la batteria tocca i 150 gradi. E di estinguere la fiamma in 0,4 secondi. L'effetto di perdita di potenza della batteria, come accadeva in altri modelli pensati e sperimentati con altre modalità per non esplodere, in questo caso non ci sarebbe.

Niente più esplosioni 'effetto Galaxy Note 7', nuove batterie ignifughe
''L'incapsulamento di un ritardante di fiamma all'interno di un guscio di polimero protettivo – si legge nella ricerca – ha impedito la dissoluzione diretta dell'agente ritardante nell'elettrolita, che altrimenti avrebbe effetti negativi sulle prestazioni della batteria''. Ovviamente, al momento, si spiega che questo metodo deve essere testato e sperimentato in maniera esaustiva prima di essere messo in commercio e utilizzato sugli smartphone. Si parla dunque di una sorta di ''estintore'' chimico, in grado di spegnere sul nascere ogni possibilità di incendio della batteria, oggi elemento fondamentale degli smartphone, visto l'utilizzo intensivo che se ne fa, fra app e soprattutto social che hanno un consumo elevato di energia.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...