WhatsApp addio su questi smartphone e tablet: la lista nera dal 30 giugno

19 giugno 2017 ore 18:24, Andrea Barcariol
Gli amanti di whatsapp, dal 30 giugno, saranno costretti a dire addio al vecchio cellulare. L'app di messaggistica, infatti, non supporterà più i sistemi operativi meno recenti. E' quanto ha comunicato l'azienda spiegando la motivazione della scelta: molti dispositivi sono "troppo obsoleti e poco aggiornati per poter supportare l'applicazione stessa".

WhatsApp addio su questi smartphone e tablet: la lista nera dal 30 giugno
"Queste piattaforme - spiega il Team Assistenza WhatsApp - non offrono il tipo di performance di cui avremo bisogno per espandere le funzionalità della nostra applicazione in futuro". A chi utilizza uno dei dispositivi mobili diventati obsoleti per l'uso dell'applicazione si consiglia di "aggiornare a una versione più recente di Android con OS 2.3.3+, Windows Phone 8+, o iPhone con iOS 7+ per continuare ad utilizzare WhatsApp". "Quando avrai uno di questi dispositivi sarà sufficiente installare WhatsApp e verificare il proprio numero di telefono sul nuovo dispositivo", fa sapere il Team Assistenza dell'app, ricordando anche che "WhatsApp può essere attivata solo con un numero di telefono e su un solo dispositivo alla volta".
Questa la "lista nera" delle piattaforme coinvolte: BlackBerry OS e BlackBerry 10; Nokia S40 e Nokia Symbian S60. All'inizio dell'anno l'applicazione aveva mandato in pensione invece le versioni Android precedenti a 2.3.3, Windows Phone 7 e iPhone 3GS/iOS 6.
Per quanto riguarda il trasferimento della cronologia chat tra diverse piattaforme, al momento "non è possibile", si spiega, aggiungendo che c'è però la possibilità di "inviare la cronologia chat in allegato ad una email". Il trasferimento delle conversazioni è disponibile solamente se si desidera utilizzare un dispositivo con lo stesso sistema operativo di quello precedente. Quindi se si possiede un dispositivo con sistema operativo Android e si desidera rivedere le proprie conversazioni su un iPhone non sarà possibile, ma vi è comunque la possibilità di inviare le proprie chat tramite email e di poterle così, successivamente, recuperare.

ULTIME NOVITA'
La scorsa settimana si era diffusa la notizia di una nuova possibilità per gli utenti di whatsapp. Secondo indiscrezioni, a breve sarà possibile cancellare i messaggi che si sono inviati  entro 5 minuti dal momento dell’invio, a patto che il contenuto del messaggio non sia ancora stato letto dal destinatario. La clamorosa novità, secondo i ben informati, dovrebbe essere già disponibile con la versione 2.17.30 dell’App, scaricabile già da alcuni giorni per gli utenti iOS, anche se non è ancora stata attivata, come precisa WABeta Info, probabilmente nell’intento di approfondire alcuni test e di apportare ulteriori migliorie. Per quanto riguarda invece l’universo Android, pare che l’elaborazione di questa ulteriore funzione sia ancora allo stato embrionale e i tempi di attesa per poterne fruire siano ancora più lunghi.
WhatsApp addio su questi smartphone e tablet: la lista nera dal 30 giugno
La nuova funzione, denominata "Recall" permetterebbe, quindi, il “ripensamento” per tutti i tipi di contenuto, dal semplice messaggio, all’invio di un video o di una immagine,
sino ai commenti agli status di Whatsapp che da circa un mese a questa parte permettono una ulteriore e “indiretta” interazione con i contatti presenti nella nostra rubrica grazie alla possibilità di visionare immagini condivise dall’utente nel comparto “Status”, da un lato, e dalla possibilità di commentare da parte di chi visualizza dall’altro.

WHATSAPP
E' una delle piattaforme di messaggistica più popolari del mondo. In un post sul suo blog, Whatsapp ha annunciato che il servizio di proprietà di Facebook ora ha 1,1 miliardo di utenti attivi ogni mese. "Vuol dire che quasi una persona su sette sulla Terra usa WhatsApp ogni mese per restare in contatto con i propri cari, amici e familiari" si legge nel blogpost.

#whatsapp #30giugno #smartphone

 
caricamento in corso...
caricamento in corso...