Resident Evil 7 sceglie Denuvo ma "l'ispirazione" arriva dall'originale [VIDEO]

21 dicembre 2016 ore 9:32, Andrea Barcariol
Sia al cinema sia al computer è uno degli horror più amati. E' pronto a tornare Resident Evil 7, ultimo capitolo targato Capcom in uscita il 24 gennaio 2017 su PS4, Xbox One e PC. Tra atmosfere macabre e sinistre e una visuale in prima persona, il nuovo capitolo della saga supporterà il visore per la realtà virtuale PlayStationVR e successivamente anche altri visori come HTC Vive e Oculus Rift. La demo di Resident Evil 7 è sbarcata su PC rivelando non solo ciò che potremo aspettarci da questa versione del gioco Capcom ma anche un'informazione da non trascurare. Come riportato da DSoGaming, Capcom ha rivelato attraverso Steam DB che la demo utilizza il sistema anti-pirateria Denuvo e che di conseguenza, molto probabilmente, anche la versione finale del gioco lo sfrutterà. Denuvo viene considerato come uno dei DRM più efficaci tra quelli in circolazione e Resident Evil 7 potrebbe seguire un percorso simile a quello di Doom, con la tecnologia anti-tampering pensata per proteggere il gioco i primi 6 successivi al lancio per poi rimuoverlo dopo un certo periodo di tempo.



Resident Evil 7 sceglie Denuvo ma 'l'ispirazione' arriva dall'originale [VIDEO]
Tante le novità del gioco. Le edizioni per PS4 Pro e Xbox One S permetteranno di attivare la modalità HDR che permetterà un’illuminazione più realistica. La scelta di adottare una visuale in prima persona è invece dettata dalla volontà di regalare un’esperienza totalmente immersiva e coinvolgente trasportando il giocatore in una condizione di puro terrore. Il produttore del gioco Masochika Kawata ha dichiarato che il progetto è nato proprio con l’intenzione di regalare lo stesso feeling del primo capitolo della saga: “Resident Evil 1…non il remake. Perché è stato il primo titolo a gettare le basi del genere, a significare qualcosa di nuovo. Volevamo catturare lo stesso feeling. Per esempio, quando hai a che fare con un remake devi occuparti di “rifiniture”, di costruire su basi già esistenti. Per il primo Resident Evil si è trattato di costruire qualcosa dalle fondamenta. Ci siamo chiesti cosa rende Resident Evil così speciale, quindi volevamo trarre molta ispirazione dal primo Resident Evil durante lo sviluppo".






caricamento in corso...
caricamento in corso...