Free Mobile rimanda l'arrivo in Italia: nome top secret e obiettivo trasparenza

23 maggio 2017 ore 11:17, Andrea Barcariol
E' tempo di annunci in casa Free Mobile. A Parigi è stata organizzata una grande conferenza durante la quale sono state svelate le novità del gestore e forniti i numeri più recenti che evidenziano tariffe super competitive e un risparmio molto consistente rispetto ai prezzi attualmente proposti da Tim, Vodafone e Wind Tre. Free mobile in Francia ha rivoluzionato il mercato ed è molto atteso lo sbarco in Italia ma bisognerà ancora attendere. Inizialmente, infatti, era stata indicata la fine del 2017 quale trampolino di lancio delle nuove offerte, ma l’entrata del nuovo operatore sul mercato italiano è slittata al prossimo 2018, (probabilmente tra gennaio e febbraio) e potrà arrivare grazie allo spazio lasciato dalla fusione di 3 e Wind, e conseguente "via libera" da parte dell AGCOM all'ingresso di un nuovo giocatore al tavolo degli operatori mobili italiani.

Free Mobile rimanda l'arrivo in Italia: nome top secret e obiettivo trasparenza
Per quanto riguarda il nome, non sarà lo stesso che nel mercato francofono. A precisarlo è stato lo stesso presidente Xavier Niel, che però ha tenuto il massimo riserbo sul nominativo scelto per il mercato del Belpaese, sempre che esso sia stato già stabilito. Dal palco del ConventionFree17 Niel ha sottolineato come i gestori mobili italiani (Tim, Vodafone e Wind Tre) siano poco trasparenti: condizioni che cambiano troppo in fretta, con un semplice avviso via sms; tariffe concorrenziali solo per quanto riguarda le nuove number portability; costi nascosti, come segreteria telefonica, chiamate internazionali e insopportabili balzelli rappresentati da servizi oggi a pagamento come il “Ti Ho Cercato” o la consultazione del credito.

Ciò che è sicuro, comunque, è che la compagnia francese intende fornire agli utenti un servizio decisamente competitivo (si parla di almeno un 10% in meno) con la garanzia di un’offerta che non implichi serie rimodulazioni o clausole particolari a carico degli utenti. Sicuramente arriverà la risposta da parte dei gestori italiani che si adegueranno alle nuove proposte, mettendo in campo offerte e promozioni ancor più convenienti. Al momento non è ancora chiaro come verrà gestito l’ecosistema a livello di rinnovo delle offerte e non si sa se i rinnovi saranno da prevedersi con la formula a 30 o 28 giorni, e se vi saranno comunque delle clausole specifiche in merito al tempo di vita della SIM.

#freemobile #italia #uscita


caricamento in corso...
caricamento in corso...