Cos'è Wikitribune l'anti-bufale: giornalisti scrivono e utenti correggono

26 aprile 2017 ore 14:36, Micaela Del Monte
Ormai la rete è un mondo vario e variegato dove si scontrano opinioni contrastanti e chiunque può dire la sua. Su una cosa però sembrano tutti d'accordo: la guerra alle fake news. Ultimamente infatti sono tantissime le iniziative del web contro l'informazione sbagliata e le bufale. In campo adesso scenderà anche Wikipedia, l'enciclopedia più famosa del mondo. 

Cos'è Wikitribune l'anti-bufale: giornalisti scrivono e utenti correggono
IL PROGETTO -
Infatti il cofondatore di Wikipedia, Jimmy Wales, sta per lanciare una nuova piattaforma di informazione online che proporrà articoli scritti da giornalisti professionisti e verificati da volontari che esamineranno la correttezza delle notizie e dei dati riportati. L’obiettivo di Wikitribune sarà quello di offrire un’informazione “neutrale e basata sui fatti” per contribuire ad arginare il dilagante problema delle “fake news”. Il nuovo sito sarà disponibile entro la fine di maggio. 

TUTTI CONTRO LE FAKE NEWS - "Quando le notizie sono false e sono già fuori, di pubblico dominio, noi le correggiamo", ha spiegato il fondatore in un video promozionale sul suo sito web. Come Wikipedia, Wikitribune sarà consultabile gratuitamente e privo di pubblicità, non avrà finalità di business e conterà esclusivamente sul crowdfunding, attraverso le donazioni “regolari” dei supporter. Questo perché, come ha sottolineato Wales, il modello basato sulla pubblicità della maggior parte dei siti di news porta questi ultimi a cercare di ottenere a tutti i costi i click dei lettori, con conseguenze negative sulla qualità dei contenuti pubblicati. “Chiederemo agli utenti di sottoscrivere donazioni mensili come supporter e più supporter mensili avremo, più potremo assumere giornalisti”, ha spiegato il “padre” di Wikitribune alla BBC, aggiungendo che “se potremo assumere solo due giornalisti allora sarebbe un blog e non avrebbe realmente senso farlo. Ma io vorrei partire con molti di più, fra dieci e venti”.

COME FUNZIONA - I giornalisti scriveranno le notizie e i lettori - come accade già su Wikipedia - potranno verificare ed eventualmente aggiornare o correggere i dettagli. Qualcosa di molto simile a WikiNews, un altro progetto di Wikimedia Foundation, che però non ha avuto un grande impatto: poche notizie e di scarsa qualità. Secondo Andrew Lih, professore associato presso l'American University e autore del libro "The Wikipedia Revolution", Wikitribune ha maggiori possibilità di riuscita: "Un metodo 'wiki' è davvero applicabile o di successo solo in un regime ristretto. Wikipedia ha avuto successo in questo piccolo spazio di crowdsourcing perché ha regole molto rigide e non prova né intende essere originale" ha commentato a NiemanLab. "WikiNews, con tutti i volontari, non è riuscito a offrire la qualità o il numero di controlli".

I lettori di Wikitribune potranno però abbonarsi mensilmente pagando 15 dollari, un elemento che gli consentirà di ottenere influenza su ciò che viene coperto dal sito, suggerendo argomenti sui quali vorrebbero che i giornalisti scrivessero gli articoli. Secondo Wales questo sistema non impatterà sulla neutralità del sito, perché tutti gli articoli saranno soggetti al fact-checking e agli standard di trasparenza richiesti da Wikitribune. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...