Fake-news, dossier verità di Facebook: "Falsi account creati dai governi"

29 aprile 2017 ore 10:05, Americo Mascarucci
"Molte fake news che circolano su Facebook sono pensate e diffuse da governi o soggetti che vogliono influenzare l'opinione pubblica a fini propagandistici e manipolatori". A lanciare l'accusa è il popolare social network a detta del quale si tratterebbe di un fenomeno determinato dall'amplificazione della diffusione di messaggi realizzati da impiegati del governo o altri professionisti, spesso tramite account falsi.
Fake-news, dossier verità di Facebook: 'Falsi account creati dai governi'

IL RAPPORTO - Le accuse sono messe nero su bianco in un dossier di 13 pagine intitolato "Information Operations and Facebook".  Facebook ammette la presenza di attività sospette realizzate attraverso il social network ma si chiama fuori dalle responsabilità e annuncia misure di contrasto ancora più dure.
Il dossier inoltre descrive pure le modalità con cui il social può diventare oggetto di manipolazioni. Il documento fa riferimento a falsi account creati appositamente per influenzare l’opinione pubblica: questi account sono utilizzati per diffondere notizie e/o immagini false, manipolate. Questi account agiscono in modo coordinato, amplificando così l’effetto della campagna d’opinione. La piattaforma, comunque, ha già intrapreso azioni di contrasto 

I PROVVEDIMENTI - Facebook annuncia nuove misure di contrasto con la sospensione o cancellazione degli account fake identificati. Provvedimenti necessari ed indispensabili dopo che da più parti è stata addebitata proprio alla fake-news diffuse dal social la vittoria di Donald Trump alle presidenziali Usa attraverso notizie bufale che avrebbero penalizzato pesantemente Hillary Clinton. Accusa che Mark Zuckerberg  sul principio smentì seccamente definendola addirittura "folle" ma che oggi è costretto parzialmente ad ammettere.
Fake-news, dossier verità di Facebook: 'Falsi account creati dai governi'

PRESIDENZIALI USA E FRANCIA - Riguardo le presidenziali americane, viene specificato che il volume di queste attività è stato “statisticamente molto piccolo” rispetto al coinvolgimento generale nelle questioni politiche. In Francia - dove sono in corso le presidenziali - il team di Facebook ha già rimosso oltre 30 mila account falsi. La società ha fatto sapere che la sua squadra per la sicurezza adesso combatterà contro le cosiddette 'operazioni di informazione', che considera un problema più complesso rispetto ai tradizionali hacker e truffatori, sospendendo o cancellando gli account fake dopo averli identificati. Recentemente Facebook aveva esteso le campagne per identificare le fake news e individuare le pagine automatiche che postano spam commerciali o politici. In vista del primo turno delle presidenziali francesi, che si è tenuto lo scorso 23 aprile, Facebook aveva per esempio sospeso in Francia 30mila account. 
Il report è stato scritto da due analisti della sicurezza con lunga esperienza alle spalle nelle ditte di cyber-sicurezza FireEye Inc e Dell SecureWorks, insieme al chief security officer di Facebook.
caricamento in corso...
caricamento in corso...