Samsung, batterie allo stato solido: addio incubo esplosioni

30 giugno 2017 ore 21:48, Andrea Barcariol
Novità in vista in casa Samsung. Le batterie allo stato solido sono destinate a sostituire quelle agli ioni di litio attualmente utilizzate per qualunque dispositivo elettronico e per le vetture elettriche o ibride disponibili in commercio. Motivo? Quelle attualmente in uso sono particolarmente delicate e richiedono accorgimenti e precauzioni per scongiurare la fuoriuscita del liquido presente al loro interno che, a contatto con l'aria, può prendere fuoco e provocare esplosioni.

Samsung, batterie allo stato solido: addio incubo esplosioni
Samsung aveva individuato proprio nel design e nelle manifattura delle batterie il problema degli incendi che nei mesi scorsi avevano colpito i suoi Galaxy Note 7, costringendo il gruppo a ritirarli dai mercati e a sospenderne a ottobre la produzione per i timori sulla sicurezza. Questa era stata la conclusione di un'indagine interna. Ora un dirigente di Samsung SDI, l'azienda che realizza le batterie per gli smartphone coreani, durante un'intervista al Korea Herald ha dichiarato che entro uno o due anni saranno pronti con le batterie a stato solido: "Il nostro livello tecnologico per produrre batterie a stato solido per smartphone sarà abbastanza maturo entro un anno o due al massimo. Ovviamente dipenderà poi da Samsung Electronics utilizzare o meno tali batterie nei propri smartphone" ha spiegato il dirigente, che ha voluto rimanere anonimo. "Per quanto ne sappiamo il livello tecnologico raggiunto dalla nostra azienda rivale (LG Chem) per questo tipo di batterie è simile al nostro".

La progressiva miniaturizzazione a cui sono sottoposti gli smartphone pone fortemente sotto stress la struttura interna delle batterie agli ioni di litio. Solo un inserto di pochi millimetri infatti separa solitamente l'anodo dal catodo e se la pressione sulla batteria è troppa e questo diaframma cede, gli elettrodi si toccano, scaricando tutta l'energia nell'elettrolita, fortemente soggetto a infiammarsi a seguito dell'innalzamento delle temperature. Una situazione però appunto che in una batteria a stato solido non potrebbe verificarsi. Inoltre, grazie all'utilizzo dello stato solido è possibile accumulare tre volte più energia rispetto alle batterie agli ioni di litio e la durata del ciclo di scarica è molto più lunga rispetto a quanto siamo abituati. Discorso differente, invece, per l'implementazione delle batterie allo stato solido nel settore automobilistico che richiede uno sviluppo più approfondito e controlli di sicurezza ancora più severi viste le dimensioni dei pacchi batteria e la maggiore responsabilità sulla vita del conducente e dei passeggeri dei veicoli. Il portavoce Samsung prevede il loro utilizzo in questo mercato nel 2025.

#samsung #batterie #novità
caricamento in corso...
caricamento in corso...