The Legend of Zelda "fluido" post patch 1.11, il futuro è open world

05 aprile 2017 ore 10:12, Andrea Barcariol
A un mese dall'uscita continua il successo di The Legend of Zelda: Breath of the Wild. Inizialmente annunciato in uscita nel 2015, poi rinviato al 2016 e infine spostato definitivamente nel 2017, con l’aggiunta dell’edizione per Nintendo Switch, il gioco ha avuto un percorso di sviluppo di 5 anni. Da qualche giorno è stata pubblicata anche la nuova video analisi di Digital Foundry, dedicata all'update 1.1.1. di The Legend of Zelda: Breath of the Wild, messo alla prova sia su Switch che su Wii U, ed è arrivata la conferma della bontà dell'aggiornamento, già testimoniata da alcuni video emersi sul web. I cali di framerate che affliggevano il titolo in precedenza, sono qui sostanzialmente assenti, cosicché il giocatore possa godere di una fluidità del gameplay nettamente superiore. I miglioramenti, inoltre, sembrerebbero essere molto più visibili su Nintendo Switch che su Wii U. In una recente intervista, Eiji Aonuma, ha lasciato intendere che lo stile open-world potrebbe diventare lo standard per l'amatissima serie di Nintendo: "Penso che in futuro i giochi 'open air' saranno lo standard per Zelda". Questa la frase che fa pensare che il gioco possa aver dato vita a uno standard che sarà la base su cui costruire il futuro della serie.

The Legend of Zelda 'fluido' post patch 1.11, il futuro è open world
Sui social ha spopolato anche il documentario "Il making of di The Legend of Zelda: Breath of the Wild", diviso in tre sezioni con la prima parte intitolata "Gli inizi", la seconda chiamata "Un mondo aperto" e la terza "Storia e personaggi". A spiegare come hanno voluto creare il gioco, il producer Eiji Aonuma, il director Hidemaro Fujibayashi e altri sviluppatori Nintendo. “Abbiamo elencato tutte le meccaniche presenti nel gioco cercando subito di separare i tratti distintivi della serie da ciò che era presente soltanto per consuetudine” ha spiegato Hidemaro Fujibayashi, direttore di “The Legend of Zelda: Breath of the Wild”, nel primo video (“Gli inizi”). Importanti anche i dati relativi alle vendite di The Legend of Zelda: Breath of the Wild. Stando a quanto riportato dall'agenzia di analisi, il titolo è stato acquistato dall'89% degli acquirenti di Nintendo Switch, per un totale di 1 milione e 340 mila unità vendute.

#thelegendofzelda #gioco #nintendo
caricamento in corso...
caricamento in corso...