Amazon e la policy dei resi: truffa record da 1,2 miliardi. Ora si cambia

06 ottobre 2017 ore 16:19, Micaela Del Monte
Amazon ha sempre adottato una policy di molto poco restrittiva nei confronti dei resi. Ora però le cose potrebbero cambiare dopo che l'azienda è stata vittima di una truffa da 1,2 milioni di dollari. Chiunque acquista un bene su Amazon può restituirlo semplicemente segnalando un malfunzionamento o un danno e spesso il portale avvia le procedure, ma non richiede indietro il prodotto.

Amazon e la policy dei resi: truffa record da 1,2 miliardi. Ora si cambia
Questa piccola lacuna è stata sfruttato dai coniugi Finan che, con l’aiuto di un terzo complice, hanno messo in piedi una vera e propria organizzazione criminale. In sostanza la coppia ordinavano prodotti di elettronica su Amazon utilizzando falsi account e profili online non rintracciabili. Quando il prodotto arrivava contattavano la società affermando che era danneggiato. A questo punto Amazon dava il via alle pratiche per la restituzione, ma i malviventi non rispedivano gli oggetti che invece rivendevano online. La coppia è stata poi scoperta dal servizio postale americano che ha notatogli strani "movimenti" di pacchi. Ora i due rischiano 20 anni di carcere per frode e riciclaggio e dovranno risarcire Amazon, restituendo la cifra sottratta.

Ad Amazon spetterà invece, per forza di cose, modificare la propria politica per quanto riguarda il sistema dei resi. L’eccessiva leggerezza sui controlli delle restituzioni ha permesso alla coppia americana di mettere in pieni una vera e propria gigantesca truffa.

caricamento in corso...
caricamento in corso...