Che fine ha fatto Marina La Rosa?

11 maggio 2017 ore 10:33, intelligo
All’inizio fu Il Grande Fratello. Nel 2000, anno in cui lo show arrivò sugli schermi televisivi italiani, il Grande Fratello si annunciava come qualcosa di talmente innovativo nel palinsesto delle trasmissioni TV, come non se ne era mai visto. Questo catturò immediatamente l’attenzione del pubblico, che lo attese trepidante, e che poi lo seguì per tutte le puntate con attenzione e partecipazione, schierandosi e dividendosi in base alle vicissitudini dei vari concorrenti, mentre una Daria Bignardi ancora non in versione “politica-intellettuale”, gestiva i collegamenti con “la casa”. Grande Fratello arrivava direttamene dall’Olanda, dove lo avevano inventato e gli avevano dato il nome ispirandosi al leader dello stato totalitario di Oceania, personaggio del romanzo 1984 di George Orwell. 
Che fine ha fatto Marina La Rosa?
In pratica, come tutti sanno, si tratta di spiare h24 un certo numero di sconosciuti rinchiusi in una casa tutto il tempo, senza che abbiano la possibilità di uscire, o leggere un libro, o comunque di distrarsi, o di fare alcunché che non sia interagire tra di loro. Insomma, un vero e proprio esperimento sociologico, piuttosto coinvolgente anche se, nel tempo, col trascorrere delle varie edizioni, con la routine e la perdita della novità, l’attenzione del pubblico è andata piuttosto scemando.
Ma in quell’anno 2000, le cose stavano diversamente, e Grande Fratello alla sua prima edizione ottenne degli share veramente eccezionali. Il cast messo insieme dagli autori era variegato e, tra gli altri, comprendeva un ragazzo e due ragazze molto diverse tra loro, Cristina Plevani, soprannominata la Cenerentola Triste – e che poi vinse comunque il gioco e intascò il premio da 250ml -  Pietro Taricone,  giovanottone della provincia di Roma dal fisico palestrato e lo sguardo ammaliante, e Marina La Rosa, graziosa ragazza messinese, immediatamente soprannominata da tutta Italia la gatta morta perché con la sua aria distaccata e pudibonda, divenne da subito il terzo incomodo nella storia d’amore degli altri due, suscitando nel pubblico che assisteva sentimenti contrastanti di odio o di gradimento a seconda si parteggiasse per una o l’altra.
Marina non si poteva definire simpatica, ma era sicuramente più bella dell’altra, e anche più affascinante, mentre Cristina aveva dalla sua parte quell’aria da ragazza della porta accanto che la faceva apprezzare dalle donne. Marina, invece, riscuoteva maggior successo tra i maschietti. La ragazza, nata a Messina il 21 gennaio del 1977, all’epoca aveva 23 anni. Lunghi capelli castani, lineamenti delicati, fisico esile, non si nascondeva alle telecamere, ma anzi ostentava le sue grazie girando spesso in bikini e catturando soprattutto l’attenzione del povero Taricone. Marina resistette nella casa 72 giorni alla fine dei quali il voto negativo la eliminò.  Il successo però era tanto, e lei corteggiatissima. Per prima cosa realizzò un calendario per la rivista Max: 12 scatti parecchio hot, poi dopo un’annata tutta trascorsa nei salotti televisivi a parlare della sua vita, scelse di darsi alla recitazione e perciò decise di seguire corsi di teatro. Era il 2001.
Marina riapparve sul piccolo schermo a sorpresa in una particina all’interno della soap americana Beautiful. L’anno successivo la ritroviamo in alcune fictionTV tra cui Carabinieri 2 e Un posto al sole dove per qualche tempo interpretò il personaggio di Flavia Fattori.  Seguirà anche una partecipazione alla telenovela  sudamericana Terra nostra 2.  A quel punto, Marina ha dimostrato di avere talento nella recitazione e decide di debuttare anche in teatro. Lo fa nel 2004 con l’impegnativa Elettra di Sofocle, per il Teatro Stabile Calabria. Nel 2005 conduce per Italia 1 una serie di speciali su Miss Muretto. Nel 2006 conduce il programma In Out sul canale televisivo digitale Alice Home TV e partecipa come concorrente al talent show di Canale 5 Reality Circus. Torna in teatro con La notte di Natale, dove recita con Angelo Orlando per la regia di Giorgio Serafini Prosperi, in un ruolo particolare e complesso, quello di una showgirl che si ritrova a trascorrere un week end con un suo fan disabile. Lo spettacolo riceve ottime critiche e anche una bella risposta di pubblico, e viene portato dalla compagnia in tournée per l’Italia fino al 2009, quando viene interrotto per l’avanzato stato di gravidanza di Marina. Nasce di lì a poco il figlio Renato, avuto dall’avvocato Guido Bellitti che Marina sposerà poi a Teano il 18 settembre del 2010. L’anno successivo nascerà anche Gabriele, secondo figlio della coppia.
I due bambini e il matrimonio portano Marina lontana dalle scene, troppo impegnata a fare la mamma. Si rivedrà in TV solo nel 2015 in una puntata del Costanzo Show,  e in seguito nel 2016 diventa opinionista in Il giallo della settimana su Tgcom24 condotto da Remo Croci, il programma che ha preceduto Quarto grado. Per il resto, il suo momento di maggior visibilità resta quello legato a Grande Fratello prima edizione. Ed ora chissà se rivedremo presto in TV la gatta morta?

di Anna Paratore

#marinalarosa #grandefratello #chefinehafatto
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...