Rigopiano, Francesco Bronzi: "Sto male per Stefano". Ecco chi l'aiuta

17 febbraio 2017 ore 19:20, intelligo
È probabile che presto ci siano degli indagati nell'inchiesta sulla tragedia di Rigopiano. Polizia, carabinieri e carabinieri forestali stanno terminando il lavoro preparatorio, anche se la documentazione preliminare non sarà terminata prima di una decina di giorni. Nel frattempo la Procura di Pescara, che indaga per disastro e omicidio colposo, ha disposto le perizie e con l'aiuto dei Ris che sono tornati sul luogo della tragedia per misurazioni più adeguate con strumenti laser.

Rigopiano, Francesco Bronzi: 'Sto male per Stefano'. Ecco chi l'aiuta

L'INCHIESTA
La mole più grossa delle indagini la stanno svolgendo i carabinieri e il corpo dei carabinieri forestali, i quali si sono occupati di acquisire la parte relativa alle responsabilità eventuali del prima dell'evento.Per questo sono stati acquisiti documenti e competenze della Prefettura, della Regione, della Provincia, Comune di Farindola e Parco del Gran Sasso. I carabinieri hanno ascoltato i sopravvissuti ed effettuato i sopralluoghi con i periti. Una prima informativa è stata già consegnata al sostituto procuratore facente funzioni Cristina Tedeschini e al pm Andrea Papalia, ma verranno fornite ulteriori integrazioni. La Polizia ha acquisito tutta la parte relativa alla gestione dei numeri telefonici d'emergenza, dalla centrale della Prefettura al 118 e tutta la normativa relativa, oltre ad aver ascoltato alcuni testimoni, quali il datore di lavoro del sopravvissuto Giampiero Parete, Quintino Marcella che, raccogliendo l'sos del suo dipendente, per primo ha lanciato l' allarme, in un primo momento non raccolto, e il direttore dell' hotel Bruno Di Tommaso. 

IL DOLORE DI FRANCESCA
Intanto Francesca Bronzi, sopravvissuta alla tragedia, dice al Messaggero: “Una parte di me è morta per sempre quel giorno”. Lei era lì con Stefano Feniello, suo fidanzato, che invece non ce l'ha fatta. “Se lui è morto, non mi sento fortunata ad essere stata salvata. Sto ancora troppo male per Stefano. Tenevo troppo a lui e al nostro rapporto. Proprio per rispetto suo, non mi sento di parlare a lungo di quanto accaduto. Quando sarò pronta, lo farò, ma ora no. Non è il momento”. Francesca si sente spesso con i due fidanzati di Giulianova, Giorgia Galassi e Vincenzo Forti, che erano con lei sotto le macerie dell’albergo. Forse soltanto l'aiuto di chi ha subito la stessa sorte potrà aiutarla a tornare alla normalità.
#rigopiano #bronzi #superstite
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...