Che fine ha fatto Carol Alt

20 settembre 2017 ore 10:20, intelligo
Nel suo sito web ha fatto scrivere: “Carol Alt è un’innovatrice e un camaleonte nel settore dell’intrattenimento, costantemente alla ricerca di nuove sfide. Dopo i giorni da supermodella più richiesta al mondo, Carol si è trasformata in attrice pluripremiata, e quindi imprenditrice di valore, autrice di successo sul Raw Food e Nutrition e “padrona di casa” di A Healthy You & Carol Alt su FOX News Channel. Salutata come “la donna più bella del mondo da Playboy Magazine e da “Next Milion Dollar Face” su Life Magazine nel 1980, Carol non ha mai deluso, riuscendo a totalizzare 700 copertine su altrettante riviste. Inoltre, nel 1983, Carol ha inventato una linea di poster e calendari che sono presto diventati un best seller assoluto, punto di riferimento irrinunciabile per ogni giovane supermodella”.

BIOGRAFIA
Carol Alt nasce a Flushing, quartiere del Queens, a New York il 1 dicembre del 1960. La sua è una famiglia di origini tedesche, irlandesi e belghe. Sua madre, Muriel, è impiegata in una compagnia aerea, e suo padre, Anthony, è comandante dei vigili del fuoco di zona. Famiglia della piccola borghesia la sua e molto operosa. Così anche Carol comincia a lavorare giovanissima, perché nella sua mente non c’è certo il mondo della moda o quello dello spettacolo. Tra l’altro, lei non si sente nemmeno bella: troppo alta, troppo magra, con i capelli color topo lisci come spaghetti, e l’espressione un po’ imbronciata. Per fortuna sua, il resto del mondo non la pensa allo stesso modo. Viene notata da un talent scout, Gianni Lunardi,  quando ha 18 anni e lavora come cameriera a East Williston, Long Island, e bisognerà faticare per convincerla a lasciare il lavoro e a lanciarsi nella carriera di indossatrice.  Alla fine esce la sua prima copertina di Vogue America mentre ancora serve ai tavoli, ed è il 1982 quando compare per la prima volta sulla copertina di Sports Illustrated in un numero dedicato allo swimwear.  Carol dovrà poi impegnarsi per qualche anno per arrivare al successo presso il grande pubblico, successo che si concretizzerà con una copertina di Harper’s Bazar del 1986. 

MODA
A quel punto, e per tutta la durata degli anni ’80, Carol collezionerà 500 copertine sui settimanali e i mensili più famosi del mondo. Ormai proiettata nel firmamento delle stelle della moda, Carol diventa una delle indossatrici preferita da Valentino, Ferrè, Versace e di tutti gli altri grandi stilisti del panorama mondiale anche se, a detta della stessa Alt, il suo amico più intimo fra gli stilisti è sempre stato Roberto Cavalli. Su di lui racconta un aneddoto: “Insieme abbiamo anche trascorso delle bellissime vacanze. Una volta venne a trovarmi a Bahamas con la fidanzata, ospite nella villa che avevo affittato con Alexei. Andammo a cena da Mesa Grill e ordinò il vino migliore, e poi a giocare al casinò. Vincemmo per tutta la notte, lui col sigaro in bocca che puntava, e noi a seguirlo in ogni puntata, senza sbagliare un colpo, dandoci il cinque e urlando. Una notte magica.”                                                                                                                                                                                                 AMORI                                                                                                                                                    
La carriera dell’esordiente Carol è ormai esplosa, e anche la vita priva della modella cambia, e comincia ad essere popolata da nomi celebri che la inseguono e la corteggiano. Il suo primo amore è Warren Beatty, che voleva che Carol lo seguisse in Russia dove stava andando per girare Reds, ma la modella non se la sente. Vola a fino a Parigi per lasciarlo e lo liquida con due parole: “Tu mi ami, io ti amo, ma tra noi non può funzionare”. Warren accetta la fine della storia non senza recriminare, ma lei sceglie come nuovo amore Ron Greschner, giocatore di hockey su ghiaccio dei New York Rangers, che sposa nella chiesa cattolica St. Aidan di Williston Park, a Long Island, nel 1983.  Dura poco, qualche anno prima di un divorzio poco consensuale e quando avviene i due sono distanti già da un po’ soprattutto a causa della terribile gelosia di lui. Subito dopo, nella vita di Carol entra il grande campione di Formula Uno Ayrton Senna. Parlandone, lei dice: ”Era carino, pieno d’attenzioni. Mio marito non m’aveva mai fatto neppure un regalo di compleanno, lo sa? E io ero così giovane, e lavoravo così tanto, che quasi non ci facevo neppure caso.[…] Approfittavamo degli shooting, mi raggiungeva su un’isola, a una sfilata: è durata quattro anni. L’ho amato profondamente. Tra l’altro, avevamo un amico in comune a Milano, il fotografo Monty Shadow, e spesso eravamo in città. Cenavamo a La Briciola, il nostro ristorante preferito, Girare con Ayrton era incredibile: la gente s’arrampicava sui cornicioni per guardarci passare. Una volta, davanti a Cinelli, bloccammo mezza città. Da Pollini, una sera, dovettero chiamare i vigili per farci uscire dal negozio, tanta era la folla.” A Dagospia che le ha domandato se con Ayrton Senna facesse viaggi in auto, Carol ha risposto raccontando un aneddoto: “Ricordo una fuga notturna, nelle campagne di Novara, sulla sua Ferrari. A un certo punto Ayrton si gira verso di me e fa: Carol, è finita la benzina. E io: ma sei serio? Dove lo troviamo un distributore adesso? Per miracolo, in mezzo al nulla, apparve questa stazione di servizio. E ricordo Ayrton scendere dall’auto e iniziare ad armeggiare con la pompa.  Finché a un certo punto mi bussa al finestrino e dice: Carol, hai idea di come diavolo funzioni? Per fortuna si fermò un’auto e ci salvò: la scena di questa madre di famiglia che aiuta Senna a fare rifornimento, non la dimenticherò mai.” Ma è stato proprio Ayrton Senna il più grande amore nella vita di Carol, le chiede sempre Dagospia?  E lei un po’ si sottrae alla risposta anche se quello che dice forse lascia trapelare più di quel che vorrebbe: “Se rispondessi sì, sarei ingiusta con gli altri uomini che ho amato. Il giorno della sua morte decisi di lasciare mio marito, le dico solo questo”.
Dopo Ayrton Senna, nella vita sentimentale di Carol, che intanto è diventata attrice e ha girato anche film di successo, entrano prima un imprenditore e poi un noto conduttore radiofonico. Storie che si consumano in fretta, fino a quando lei non incontra Alexei Yashin, un altro giocatore di hockey, con cui la modella resta per 16 anni. Intanto continua a diversificare la sua vita lavorativa, non permettendo a facili occasioni di sfuggirle, ma traendo sempre il meglio da tutto quello che fa anche se, nel 2008 dovrà citare l’ex marito perché non avrebbe diviso i profitti di un investimento che la coppia fece quando era sposata. Poi, nel 2009, Carol torna in Italia e partecipa a Ballando con le stelle in coppia col  ballerino Raimondo Todaro.

OGGI
Attualmente, dopo due tumori, Carol Alt è diventata una accanita sostenitrice del crudismo, regime alimentare basato sull'esclusivo consumo di cibi crudi, di cui ha anche pubblicato un ricettario. Da settembre 2013 conduce una trasmissione per l'emittente statunitense Fox News, nella quale si occupa di alimentazione e salute. E’ sempre bellissima e dopo la separazione da Yashin, si dice che possieda un patrimonio stimato di varie decine di milioni di dollari. Complimenti per tutto… 

di Anna Paratore

#chefinehafatto #carolalt #amori 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...