Berlino/News su Fabrizia Di Lorenzo, il padre: "Manca esame Dna. Non mi illudo"

21 dicembre 2016 ore 14:53, intelligo
La procura della Repubblica di Roma ha aperto un fascicolo sulla strage di Berlino per "attentato con finalità di terrorismo". Titolare è il pm Francesco Scavo e secondo quanto si apprende da fonti giudiziarie oltre alla Di Lorenzo, potrebbero esserci altri due italiani coinvolti.  
Al momento dell'attentato la nostra Fabrizia stava acquistando i regali di Natale. Dovevano essere pensierini per le amiche e i parenti lo aveva detyto alla madre: "Ciao mamma, come stai? E papa? Io bene, tranquilla. Sto andando al mercatino di Natale, in centro. Voglio prendere qualche regalo, ci sono cose carine lì... Sì, certo, ci vediamo mercoledì". 
Berlino/News su Fabrizia Di Lorenzo, il padre: 'Manca esame Dna. Non mi illudo'
Le sette di lunedì sera un tir si scaglia contro la folla e il suo ritorno in Abruzzo, a Sulmona, prima di Natale è immerso nel silenzio. La famiglia è a Berlino, le amiche già la piangono: "Siamo disperate, nello sconforto, e non vogliamo credere che Fabrizia non ci sia più. Fino alla fino vogliamo pensare che dopodomani sarà qui con noi, a Sulmona, a ridere e scherzare".  
Ora il padre di Fabrizia, Gaetano, dice di aver capito "che era finita stanotte all'una e mezza: siamo stati noi a chiamare la Farnesina, ma l'aiuto più grande ce lo hanno dato i carabinieri di Sulmona. Ci siamo mossi con i nostri canali, ma da quanto mi dice mio figlio da Berlino, non dovrebbero esserci più dubbi".

"Manca l'esame del dna, aspettiamo conferme, ma non mi illudo" è l'ultimo sconfortante commento che gli resta da dire tra un singhiozzo e l'altro. Gli appelli lanciati sono finiti nel vuoto, nessuna risposta sui social network per questa donna piena di entusiasmo e voglia di lavorare che a 'Berlino Magazine', il sito online in italiano di cultura e attualità, aveva collaborato raccontando la sua vita e quella di molti emigrati.      
Intanto risuonano solo le parole del presidente della Repubblica Mattarella: "Tristezza e angoscia per gli attentati di ieri, cordoglio per le vittime, solidarietà ai Paesi colpiti", ma soprattutto "grande apprensione per la sorte di una nostra giovane connazionale dispersa a Berlino".



autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...