Celebrazione Trattato di Roma, Mussolini (FI): "Dobbiamo capire con la Lega cosa vogliamo fare"

22 marzo 2017 ore 14:08, intelligo
Cerimonia del sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma. C'è il presidente della Repubblica Sergio Mattarella , non c'è la Lega Nord che ha disertato. In molti si chiedono se il processo di integrazione europea di cui furono protagonisti i ministri degli esteri di cinque Paesi europei firmarono le carte oggi fondamento dell'Unione, sia ancora in asse o se le ferite e gli ostacoli abbiano lasciato il segno. 
Intelligonews ha incontrato e intervistato Alessandra Mussolini europarlamentare nel gruppo del Partito Popolare Europeo.

Celebrazione Trattato di Roma, Mussolini (FI): 'Dobbiamo capire con la Lega cosa vogliamo fare'
Cosa pensa dell'assenza della Lega dall'Aula?

"Devo dire la verità, l'unico discorso valido è stato quello del Presidente della Repubblica. Dispiace che non ci sia la Lega, perché quando uno è assente ancora con le scuse che non si deve partecipare si utilizza una vecchia politica. Per noi rappresenta un problema perché dobbiamo capire con la Lega cosa vogliamo fare. In Europa abbiamo rapporti problematici, qui in Italia anche, però Berlusconi dice che bisogna rimanere insieme. Dobbiamo quindi sopportarci ma anche venirci incontro e questo è un problema, se uno fa passi indietro e l'altro va avanti, così non ci incontreremo mai". 

Che tipo di Europa festeggiamo oggi con l'anniversario dei Trattati di Roma?

"Oggi abbiamo festeggiato un'altra Europa. Come ha detto il presidente Mattarella gli europei ci sono, l'Europa meno. E questo è assolutamente vero. Ci sono muri, ci sono nazioni che non sono solidali e dobbiamo fare i conti con chi accoglie troppo e chi non accoglie per niente". 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...