E' morto Michael Nyqvist, l'attore di Millennium che si è scoperto italiano

28 giugno 2017 ore 15:11, Micaela Del Monte
E' morto all'età di 57 anni Michael Nyqvist, l'attore svedese combatteva da diverso tempo con un cancro al polmone. Nyqvist ha iniziato a recitare in Svezia nei primi anni '80 per arrivare all'apice della sua carriera nel 2009 con l'interpretazione di Mikael Blomqvist nella trilogia svedese Millennium, composta da Uomini che odiano le donne, La ragazza che giocava con il fuoco e La regina dei castelli di carta, tutti ispirati agli omonimi romanzi di Stieg Larsson.

E' morto Michael Nyqvist, l'attore di Millennium che si è scoperto italiano
Sull'onda del successo accumulato, allo stesso modo di Noomi Rapace, altra protagonista della trilogia Millennium nei panni della "donna tatuata" Lisbeth Salander, Nyqvist viene chiamato a recitare in grosse produzioni hollywoodiane, come nel caso di Mission: Impossible - Protocollo fantasma quarto capitolo della serie Mission: Impossible e come nemico di Keanu Reeves in John Wick.

"A nome della famiglia di Michael Nyqvist, è con grande tristezza che posso confermare che il nostro amato Michael, uno degli attori svedesi più rispettati e famosi, è morto circondato dalla famiglia dopo una battaglia di un anno contro il cancro al polmone ", ha detto Alissa Goodman in un comunicato inviato a AFP. "Il buon umore e la passione di Michael erano contagiosi per chi lo conosceva e lo amava. Il suo fascino e il suo carisma erano innegabili e il suo amore per l'arte era evidente a tutti coloro che hanno avuto il piacere di lavorare con lui" , ha aggiunto.

Nyqvist nacque a Stoccolma, ma viene subito lasciato in un orfanotrofio, il padre biologico è un farmacista italiano originario di Firenze, che non sapeva della nascita del figlio. La madre naturale decide di darlo in adozione alla nascita. È una famiglia svedese di Malmö ad adottarlo quando non aveva ancora compiuto un anno di vita. I suoi genitori adottivi - il padre avvocato, la madre scrittrice - gli tengono nascoste le sue vere origini fino all'età di 6 anni, durante una vacanza in Italia. Solo a 30 anni, quando avrà avuto la sua prima figlia, Michael si metterà sulle tracce dei genitori biologici, ritrovando, dopo quasi sei anni di ricerca, la madre, svedese, mentre il padre lo ritrova all'età di 38 anni

caricamento in corso...
caricamento in corso...