Addio a Fausto Mesolella la chitarra "insanguinata" degli Avion Travel

30 marzo 2017 ore 21:40, Andrea Barcariol
Era un componente storico della Piccola Orchestra Avion Travel guidata da Peppe Servillo. E' morto Fausto Mesolella, chitarrista e compositore nato a Caserta il 17 febbraio 1953. E' deceduto, improvvisamente, oggi pomeriggio nella sua città a 64 anni. La notizia è stata data su Twitter da Red Ronnie ("Ciao @faustomesolella Sono allucinato. Com'è possibile?!? Ci incontreremo sicuramente nell'altra dimensione. L'insanguinata, la chitarra mitica di Fausto adesso rimane lì silenziosa, nella leggenda come Fausto") e confermata da fonti vicine alla famiglia. Nel 2000 con gli Avion travel vinse il Festival di Sanremo con il brano  'Sentimento'.

Addio a Fausto Mesolella la chitarra 'insanguinata' degli Avion Travel
L'artista è stato colto da malore mentre si trovava in sala di registrazione e i soccorsi, chiamati dalla moglie, sono stati purtroppo inutili. Mesolella soffriva di cuore e qualche anno fa era già stato colpito da infarto. Mesolella è stato anche un grande autore: ha scritto pezzi per Nada, Fiorella Mannoia, Maria Nazionale, Tricarico.
Mesolella aveva iniziato a suonare la chitarra a 12 anni, poi l'aveva messa al servizio di piccole e grandi orchestre e di complessi che si chiamavano Coronilla Varia o Prima Pagina, con cui suonò senza sosta dividendosi tra feste da ballo, di piazza e nuziali («che Dio le benedica» ripeteva, «mi hanno permesso di approfittare di qualsiasi occasione possa servire ad arricchire la formazione e la conoscenza del palco per un musicista»). A Stefano Benni aveva dedicato anche un intero album, «CantoStefano».

LA CHITARRA
Per Fausto Mesolella, ma la compagna di un'intera vita, così fondamentale e familiare da avere perfino un nome: «L'Insanguinata». A battezzarla così fu l'amico e collega Samuele Bersani per la colorazione rosso sangue.

#mesolella #lutto #aviontravel




caricamento in corso...
caricamento in corso...