La stangata, polizze vita con patrimoniale del 2 per mille: cosa cambia

18 ottobre 2017 ore 14:34, intelligo
Una Mini-patrimoniale sulle polizze vita a capitale garantito. Nella manovra di bilancio è spuntata un'imposta del 2 x mille che verrà applicata dal 1° gennaio 2018 alle comunicazioni inviate dalle compagnie assicurative ai clienti che hanno una polizza vita del Ramo I. Questo prevede la bozza del Ddl di bilancio cui stanno lavorando i tecnici di Palazzo Chigi e del Tesoro per definire il testo approvato lunedì scorso e destinato ad approdare al Senato la prossima settimana.

La stangata, polizze vita con patrimoniale del 2 per mille: cosa cambia
Si tratta in pratica di una minipatrimoniale dovuta dall’assicurato «al momento del rimborso o del riscatto della polizza». Per le assicurazioni che operano come sostituti d’imposta non è una novità assoluta visto che il bollo del 2 per mille è già in vigore per le polizze vita del Ramo III (united ed index linked) e del Ramo V (polizze di capitalizzazione). Ora verrebbe estesa a quelle polizze vita rivalutabili e più diffuse in quanto non sono speculative perché garantite dalla restituzione del capitale investito. In questo modo il 2 per mille spalmato sulla durata della polizza, nella media di 10 anni, si trasformerà in un prelievo finale del 2 per cento. In passato le polizze vita erano state graziate, ma ormai si parlava da tempo di una nuova tassazione. Lo Stato ha bisogno di soldi e siccome le partite, vista la situazione precaria, si giocano a saldo praticamente zero era necessario prendere da qualche parte.

DATI
Secondo le prime stime la misura garantirebbe all’Erario nel 2018 maggior gettito per 194 milioni e 292 milioni di euro a partire dal 2019.

#polizzevita #patrimoniale #tassa




autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...