Dalla fattura elettronica alla precompilata Iva: tutti controllati

20 ottobre 2017 ore 10:20, Luca Lippi
Con la fattura elettronica è pronta anche la ‘dichiarazione Iva precompilata’. Il pacchetto fiscale in manovra ha esteso l'obbligo della e-fattura anche tra privati. L’e-fattura , già in vigore per i fornitori della pubblica amministrazione, ora diventa una realtà anche nei rapporti tra privati. Secondo i calcoli (stime) dovrebbe fruttare allo Stato risorse pari a 1,5-2 miliardi nell’immediato e ben  41 miliardi di euro totali. L’e-fattura è anche uno strumento, a detta del governo, adeguato alla lotta dell’evasione fiscale. Dopo il flop del redditometro (sia prima sia seconda versione) allo studio è stata impostata una piattaforma per veicolare le fatture direttamente passando per il Fisco. Con la prima fase allo studio nella gestione delle fatturazione dei fornitori della pubblica amministrazione, ora si è pronti a passare anche alla gestione del traffico fatture tra privati.
Dalla fattura elettronica alla precompilata Iva: tutti controllati

In sintesi, i prossimi provvedimenti sono:
-fatturazione elettronica
-trasmissione telematica dei corrispettivi
-archivio dei conti correnti
-scambio di informazioni finanziarie tra 97 Paesi. 
Il redditometro non andrà totalmente in pensione, sarà usata la memoria per sostenere lo spesometro ma tutto in via residuale.

DICHIARAZIONE IVA PRECOMPILATA 
Basata sui dati della fatturazione elettronica, la dichiarazione precompilata Iva e dei redditi anche per le partite Iva e le piccole imprese ne è la diretta conseguenza.
l'Agenzia delle Entrate predisporrà la bozza di dichiarazione Iva (e quella dei redditi) nonché i prospetti periodici di liquidazione Iva e le bozze dei modelli F24 (comprensivi delle compensazioni). Ovviamente, come per la precompilata già in uso da due anni per i privati, sicuramente l’apporto di eventuali modifiche sarà motivo di verifica da parte dell’Agenzia Entrate, diversamente la P.Iva sarà sottratta all’occhio vigile del Fisco, ma questa è solo una supposizione.

LA E-FATTURA TRA PRIVATI
Introducendo l’obbligo della fatturazione elettronica nelle operazioni tra privati dal 1° gennaio 2019, la procedura di transito per i canali diretti del Fisco anche per le operazioni business to business (le cosiddette B2B), viaggerà attraverso il sistema di interscambio (lo Sdi), lo stesso canale in cui sono già transitate le fatture elettroniche verso la Pubblica amministrazione.

#Iva #Fatturaelettronica #e-fattura #AgenziaEntrate #Fisco
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...