Ape volontaria 'vola': firma sul decreto alle uscite con 'prestito' oneroso

04 settembre 2017 ore 23:59, Luca Lippi
Firmato stamattina (4 settembre) l’attesissimo decreto sull’Ape volontaria. La nota della Presidenza del Consiglio dei Ministri sottolinea che il decreto riguarda l'Anticipo pensionistico (Ape) volontario. Potranno accedere alla normativa i lavoratori con i seguenti requisiti: almeno 63 anni di età, 20 anni di contributi e un assegno mensile non inferiore a circa 702 euro. 

IL PARERE DELLA COSULTA
Il 21 luglio scorso, il Consiglio di Stato, aveva dato il via libera ma “con osservazioni”. Nella nota della Consulta si leggeva che  “L’Ape volontario  rappresenta un’ulteriore risposta alle criticità, a beneficio dei soggetti in possesso dei requisiti (età minima di 63 anni, almeno 20 anni di contributi e non più di 3 anni e 7 mesi dalla maturazione del diritto alla pensione)”.
Le osservazioni erano volte prevalentemente a rafforzare la tutela degli aventi diritto e a non delimitarne troppo l’ambito. Il Consiglio di Stato ha invitato a  “considerare l’opportunità, e a volte la necessità, di prevedere, a domanda dell’interessato, l’efficacia retroattiva della norma, in modo da sterilizzare il ritardo nell’emanazione del regolamento e far beneficiare degli effetti della misura fin dalla data del 1° maggio 2017, con conseguente maturazione del diritto alla corresponsione degli arretrati dei ratei dell’anticipazione pensionistica”. Tutto questo, secondo la Consulta “potrebbe avvenire in favore di quei soggetti che versino in situazioni particolarmente disagevoli, anche a causa della perdita dell’attività lavorativa, e che tuttavia non si trovino nelle condizioni di potere beneficiare, in vista della maggiore flessibilità in uscita, degli strumenti dell’Ape social o di quella per i lavoratori precoci”. Tra le richieste pervenute alle porte dell’estate, anche più trasparenza nei contratti da stipulare con le banche, in particolare con “clausole chiare e intellegibili” sugli effetti dell’adeguamento all’aspettativa di vita e sul diritto di recesso.
Ape volontaria 'vola': firma sul decreto alle uscite con 'prestito' oneroso
Altre indicazioni del Consiglio di Stato:
-sollecita conclusione degli accordi quadro, che condizionano la pratica operabilità dell’istituto;
-affiancare alla già prevista assistenza fornita dagli intermediari a ciò autorizzati (essenzialmente, i patronati), altre forme di comunicazione, informazione, interlocuzione e orientamento al pubblico, quali, per esempio, sportelli di ricevimento e di accoglienza presso l’Inps e numeri verdi, serviti da un adeguato call center;
-introduzione di strumenti di mediazione e di conciliazione che contribuiscano in via preventiva a elidere il contenzioso oppure a risolverlo in via successiva attraverso modalità alternative al sistema giurisdizionale ordinario, da attivarsi anche presso l’Inps;
-distinguere gli elementi la cui attestazione ricade sotto la responsabilità personale del richiedente e quelli, invece, rientranti sotto la piena responsabilità dell’Inps;
-disciplinare più compiutamente il diritto di recesso dal contratto di finanziamento e dal contratto di assicurazione;
-specificare nelle condizioni generali di contratto, mediante clausole chiare e immediatamente intellegibili, gli effetti conseguenti, in corso di erogazione dell’Ape, all’adeguamento dei requisiti pensionistici all’aspettativa di vita, quali che essi saranno (rideterminazione del piano di ammortamento, della relativa rata mensile, durata del finanziamento).

IL DECRETO APE VOLONTARIA 
Decorrenza: Innanzitutto, la richiesta retroattività è prevista con limitazioni, obbligatoria invece per l’Ape Social e per la pensione anticipata dei lavoratori precoci. Il diritto ad accedere all'Ape dovrebbe decorrere da maggio, ma solo per chi lo richiede e dimostri di averne necessità. La platea potenziale per l’Ape volontaria secondo le stime del governo sarà di 300.000 persone nel 2017 e di 115.000 nel 2018.
Assegno minimo: Altra novità, rispetto al testo della legge, è la definizione di una quota minima di Ape Volontaria richiedibile, pari a 150 euro (per almeno sei mesi). La quota massima, invece, è quella già anticipata:
-90% della pensione netta per chi chiede un anticipo fino a un anno,
-85% se l’indennità viene percepita per un periodo da uno a due anni,
-80% dai due ai tre anni, 75% per periodo oltre i tre anni
Mancato diritto all’anticipo: Il Dpcm esplicita una serie di cause di incompatibilità che potranno determinare la mancata certificazione Inps del diritto all’Ape Volontaria: esposizioni creditizie scadute e non pagate o sconfinanti da oltre 90 giorni. Non bisogna poi essere registrati negli archivi della centrale dei rischi della Banca d’Italia (protesti, insolvenze relative ad assegni e carte di credito). Altri paletti: pignoramenti in corso.
Domanda: La domanda di Ape Volontaria, come quella per Ape Sociale e per l pensione precoci, si presenterà in due tempi: richiesta di certificazione Inps e, in caso di risposta positiva, istanza di anticipo pensionistico vero e proprio, da accompagnarsi alla domanda di pensione futura. Al Dpcm sono allegati cinque moduli:
-domanda di certificazione del diritto all’APe,
-domanda di APe,
-proposta di assicurazione,
-istanza di adesione al fondo di garanzia per l’accesso all’APe,
-domanda di pensione di vecchiaia.
Entrata in vigore: L’entrata in vigore ha tempi relativamente lunghi: entro 30 giorni dalla pubblicazione del Dpcm dovranno essere pubblicati gli accordi quadro con le banche e con le compagnie assicurative per l’erogazione del prestito.
Ricordiamo che il meccanismo dell’APe Volontaria è il seguente: è accessibile a coloro che hanno almeno 63 anni di età, 20 anni di contributi, un assegno pari a 1,4 volte il minimo, massimo tre anni e sette mesi dalla pensione di vecchiaia. Non si tratta di un ammortizzatore sociale o di una pensione anticipata, ma di un prestito finanziato dal sistema privato ed erogato dall’Inps, da restituire in 20 anni con trattenute sulla pensione vera e propria.

#Ape #Volontaria #FirmatoDecreto #Modifiche #Decorrenza #Domanda
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...