Con Centy meno centesimi e più monete: come attivare l'app

09 ottobre 2017 ore 10:29, Americo Mascarucci
Basta centesimi inutilizzati in casa, arriva Centy, startup incubata all'interno di Digital Magics che converte le monetine in denaro virtuale da spendere dove e come si vuole. L'idea è stata sviluppata in provincia di Milano da Davide Caiafa e Lorenzo Vidoz con l'obiettivo di reinserire nel sistema economico milioni di eurocentesimi inutilizzati grazie ad una macchina installata in aeroporti, centri commerciali e supermermercati, in grado di riconoscere l’utente che potrà convertire le monetine in valuta virtuale da accreditare dove vuole.
Con Centy meno centesimi e più monete: come attivare l'app

COME FUNZIONA
Collegata a un'app sullo smartphone, ogni monetina messa in questa sorta di contamonete sarà convertita in una moneta virtuale. Il cliente non deve far altro che posizionarsi davanti la macchinetta che tramite un proprio dispositivo interno  attiverà il sistema di riconoscimento: poi si aprirà lo sportello dove inserire le monetine. Una volta che lo sportello si chiude, dallo smartphone sarà avviato il conteggio. Tutto in pochi secondi. A colcolo terminato l'applicazione chiederà dove accreditare l'importo: conto bancoposta, conto corrente, ricarica telefonica etc. Sarà possibile devolvere anche la somma in beneficienza".

COME NASCE L'IDEA
Davide Caiafa spiega: "Ad oggi ci sono circa 180 milioni di euro bloccati nelle case degli italiani che non girano nell’economia. Dal 2002 sono state coniate monete da 1 e 2 centesimi per un totale di 46 miliardi di pezzi che tutti insieme pesano come una nave da crociera. Senza dimenticare i costi: la Zecca per coniare le monete spende circa 30 milioni all’anno; poi le immette nel sistema economico ma la gente non le usa; così la Zecca è costretta a riconiarle per rimetterle in circolazione. È un cane che si morde la coda. E se da un lato ci sono le persone che non percepiscono più le monete come denaro, dall’altra parte ci sono categorie che invece ne hanno fortemente bisogno e che a volte devono anche pagare un servizio di rifornimento. Parlo della grande distribuzione o delle aziende che trattano anche piccole cifre ma che hanno bisogno di queste monetine. Quindi mi è venuta l’idea di creare un collegamento tra le persone che percepiscono le monetine come un fastidio e chi invece ne ha bisogno". 
D'ora in poi insomma potrebbe non essere più percepito come un fastidio dover ricevere i centesimi di resto quando si fanno acquisti. Quegli stessi centesimi che se magari cadono a terra non ci si preoccupa nemmeno di raccogliere o che si preferisce lasciare in casa dentro un cassetto per allegerire il borsellino convinti che tanto non servano a niente. In questo modo il fastidio di dover tenere i centesimi nel portafoglio diventerà una nuova opportunità di guadagno.

#centesimi #app #centy


caricamento in corso...
caricamento in corso...