Fuocoammare vince agli Efa 2016 e Rosi attacca la Ue

11 dicembre 2016 ore 13:54, intelligo
“Abbiamo costruito un mondo pieno di muri, violenza e intolleranza in cui non vengono riconosciuti i diritti umani. È passato tempo, ma questi migranti continuano a venire dal mare a chiedere il nostro aiuto. Questo premio vuole abbattere queste barriere tra noi e loro. E questo con un'Europa che non fa il suo dovere”. È con queste parole che Gianfranco Rosi ha salutato il premio ricevuto agli Efa 2016. Nella città polacca di Wroclaw, infatti, il suo Fuocoammare è stato premiato come miglior documentario. 

Fuocoammare vince agli Efa 2016 e Rosi attacca la Ue

Ennesimo riconoscimento per una pellicola che ha già vinto l'Orso d'Oro a Berlino ed è appena entrato nella shortlist agli Academy Awards. Grande protagonista della serata, tuttavia, è stato il film Vi presento Toni Erdmann, di Maren Ade, che è stato ritenuto il miglior film europeo e ha ottenuto altri quattro premi: miglior regista, sceneggiatrice e la doppietta con gli attori: premio miglior attore a Peter Simonischek e miglior attrice Sandra Huller. Miglior film d'animazione europeo è risultato La mia vita da zucchina di Claude Barras mentre miglior commedia europea è per il 2016 A man called ove di Hannes Holm. 

La cerimonia (trasmessa in Italia in diretta streaming sul sito di Rai Movie) si è svolta al National Forum of Music di Wroclaw, alla presenza dell’attrice spagnola Adriana Ugarte, e degli attori Christian Berkel (Germania), Dave Johns (Uk) e Trystan Putter (Germania) in veste di "padrini" dei titoli candidati per la categoria "film europeo". Star della manifestazione, Pierce Brosnan che ha ricevuto - dopo una lunghissima dedica ad opera della regista danese Susanne Bier che ha ricordato la “vacanza” a Sorrento sul set del film “Love is all you need” – il premio contributo europeo al cinema mondiale. Sul palco anche Wim Wenders, presidente dell’European Film Academy.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...