Giovani in fuga nel film di Veronesi: delusi, umiliati ma più romantici

17 marzo 2017 ore 11:59, Americo Mascarucci
Esce il 23 marzo nelle sale cinematografiche 'Non è un paese per giovani', ultimo film di Giovanni Veronesi. Un film sulla fuga dei cervelli all'estero e su quanto sia triste per i ragazzi italiani sentirsi rifiutati in Patria quanto ben accetti all'estero. Nel film troviamo Filippo Scicchitano, Giovanni Anzaldo, Sara Serraiocco, Sergio Rubini e Nino Frassica,

L'IDEA 
Veronesi spiega:
"Per me Non è un paese per giovani è un film romantico, ho compiuto 50 anni da un pò  e ho capito che ci sono due cose fondamentali che ogni artista dovrebbe fare: andare piano e non girare un film all’anno, ed essere davvero sincero e non fintamente sincero come è capitato di fare a me fino a non troppo tempo fa. C’è molto di me in questo film, non solo dal punto di vista sociologico, ma soprattutto dal punto di vista dell’anima. E’ un film romantico il mio, perché parla dei ragazzi, e i ragazzi sono romantici. La trasmissione radiofonica è stata un’esperienza magnifica, perché alla radio dico veramente quello che penso. Le vocine che ho ascoltato e che venivano da tutte le parti del mondo mi hanno rivelato che sono andate via dall’Italia non per fare esperienze all’estero, ma perché questo paese le ha espulse come delle ernie". 
Un film rivela il regista "che fa ridere e piangere al tempo stesso".
Giovani in fuga nel film di Veronesi: delusi, umiliati ma più romantici

LA TRAMA
Sandro (Scicchitano) vent'anni, ha un sogno segreto: diventare scrittore. Vive a Roma con il padre edicolante (Rubini) e nel frattempo è un impacciato cameriere in un ristorante qualsiasi della Capitale. Qui incontra Luciano (Anzaldo), cameriere come lui,ma più coraggioso e brillante. Per correttezza non si può dire certo che i due ragazzi siano degli autentici "cervelli in fuga", ma il sogno di fuggire dall'Italia per fare fortuna ce l'hanno e cosi si ritrovano a Cuba, terra di frontiera, per mettere su un ristorante con wi-fi. Qui l'incontro con la problematica Nora (Serraiocco), colpita nel cervello da un'aneurisma, e per i tre inizia un viaggio con risvolti inaspettati. Nel film anche un cameo Nino Frassica un maneggione che si è trasferito nell'isola per riciclare i soldi sporchi del suo passato.

CHI E' VERONESI
Nato a Prato nel 1962, Govanni Veronesi ha iniziato la sua carriera scrivendo sceneggiature per Francesco Nuti, Leonardo Pieraccioni e Massimo Ceccherini. Ha debuttato come regista nel 1987 in 'Maramao' per poi iniziare una carriera vera e propria dietro la macchina da presa con 'Per amore, solo per amore' (che nel 1994 gli è valsa insieme a Ugo Chiti il David di Donatello per la miglior sceneggiatura). Ha diretto numerosi film di successo: 'Che ne sarà di noi', i tre film della serie 'Manuale d'amore', 'Italians'. Dal 30 giugno 2014 conduce su Rai Radio 2 insieme a Massimo Cervelli il programma 'Non è un paese per giovani' da cui ha tratto ispirazione per realizzare il suo ultimo film.

#veronesi #film #ragazzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...