Parla Perego: "La Rai prima approva, poi si scusa". Stoccata alla Boldrini

23 marzo 2017 ore 9:19, intelligo
Alla fine parla lei, Paola Perego, quella che ha pagato più di tutti, almeno in termini di immagine, per la soppressione di  “Parliamone sabato”, dopo l'arcinoto caso dei “sei motivi per scegliere una donna dell'est”. In un'intervista alle Iene, la presentatrice sostiene di essere finita “in una cosa molto più grande di me”. La Perego si dichiara “disorientata, spaventata. Non riesco a capire bene cosa sia questa violenza contro di me. Vedo i giornali e mi sembra una cosa surreale, che non sta capitando a me. Non ho ancora metabolizzato. Non me lo merito, credo di essere una brava persona”. 

Parla Perego: 'La Rai prima approva, poi si scusa'. Stoccata alla Boldrini

"STO MALE"
C'è anche un pensiero per chi lavorava al programma dietro le quinte: “Sto male per tutte quelle persone che, fidandosi di me, mi hanno seguita in questo programma. Ora resteranno senza lavoro e avranno problemi a pagare l'affitto”. Poi la Perego passa al contrattacco: “C'è qualcosa di molto più grande. C'è gente che ha bestemmiato, hanno intervistato il figlio di Totò Riina facendogli l'altarino, abbiamo visto in televisione qualunque cosa”. Nel suo caso, invece, “è scoppiata la bomba ma la bomba non c'è. Hanno usato me come potevano usare forse qualcun altro. Forse è scomodo mio marito. Hanno chiuso il programma e credo che rescinderanno anche il mio contratto, ma questo non è un problema, cioè io non sono quella persona che stanno descrivendo e chi mi conosce lo sa”. La conduttrice, inoltre, chiarisce che “gli argomenti in Rai vengono approvati prima di essere messi in onda dal capostruttura, dal direttore di rete. Mi hanno approvato questo argomento e mi hanno cassato il femminicidio perché non volevano che ne parlassimo perché non era con la linea editoriale. Prima l’approvano e poi si scusano. Ma di cosa? Ma di che stiamo parlando? Loro si sono dissociati da una cosa che avevano approvato e adesso fanno la figura di quelli che stanno salvando l'Italia da questo 'mostro' che è sessista, che porta in televisione queste cose”. 

STOCCATA A LAURA BOLDRINI
Della trasmissione, pur giudicandola “ironica”, ammette che è stata “una pagina mediocre come tante altre” della televisione: “Ma mi vorrei scusare per la dichiarazione di Fabio Testi. Ho chiesto di non invitarlo più”. Non manca una stoccata a Laura Boldrini, che è stata molto dura col programma: “Quando la signora Boldrini ancora non era in politica e faceva televisione, io già lottavo per i diritti delle donne. Perché non sono sessista, ma non solo non lo sono, perché porto avanti una battaglia da sempre, perché è uno dei miei principi base, la difesa dei diritti delle donne principalmente. Fa male”.
#parliamonesabato #perego #leiene
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...