Maionchi tradita: "Non si lascia un marito per una sc..a"

25 settembre 2017 ore 17:23, Luca Lippi
Mara Maionchi che parla dei tradimenti subiti. Diciamo che una donna come lei può parlare di tutto perché la leggerezza con cui affronta i temi, anche i più importanti, è indiscutibilmente efficace. Sarebbe stata anche una brava insegnante se non fosse per qualche parolaccia. E’ indubbiamente la star del momento. Guadagna più standing ovation lei a XFactor che gli aspiranti artisti sul palco. È un tripudio di simpatica effervescenza, non è volgare, semplicemente dice la verità senza usare mezzi termini. Sembra fumantina, ma usa la ‘comunicazione’ con innata disinvoltura. Il momento prima copre di insolenze l’interlocutore e un attomo dopo stempera i toni con una fragorosa risata delle sue. Quella setessa risata che ha usato quando ha raccontato dei tradimenti di suo marito.
Maionchi tradita: 'Non si lascia un marito per una sc..a'
 
Come rivelato in un'intervista a Repubblica, la Maionchi ha raccontato di averlo scoperto ritrovando la ricevuta dell'albergo dove era stato con la sua amante. Un dettaglio riportato anche nel suo libro, anche se lui l'aveva pregata di non riportarlo: "Doveva stare più attento, ma dopo 40 anni non si lascia un marito per una scopata. Una storia è diverso, una sera di libertà... Non ho fatto finta di niente, gli ho fatto un c...o come un paniere".
Nel racconto della reazione della ‘donna’ Mara Maionchi, lei stessa ha confessato di aver trovato una valvola di sfogo nel gioco. Ha dichiarato la Maionchi: “Come ho reagito? In un modo diverso, cioè giocando d’azzardo. Non riuscivo a controllarmi, perdevo somme importanti, facendo danni anche a lui. Il tradimento non è solo il colpo di testa di una sera, ci sono tanti modi di tradire, anche far credere di essere una persona perbene”.
Mara poi ha rivelato anche qualche altro aneddoto riguardante la sua famiglia: “Diciamo che quelle di casa mia sono sempre state donne fuori dagli schemi. Mia nonna si è separata nel 1904 da un uomo che non era un esempio di santità. Anche le mie zie erano particolari. La zia Anita, poi, cugina di mamma, non si è mai sposata e ha sempre lavorato. Era lesbica, ma la cosa non ci ha mai suscitato grande impressione. Era normale. Trovo se mai più rivoluzionario che si fosse iscritta al Partito Comunista nel 1918?.
Infine, una battuta sul rapporto con le figlie: “Sono una che tende a dire alle figlie di fare la loro vita, ma entro il meno possibile nelle loro scelte. Sono stata giovane tanti anni fa, ma certe cose me le ricordo”.
Ne emerge un quadro strano ma forse il più vero rispetto a tutti i quadri dipinti da altre dive o divi che raccontano storie su loro stessi spesso non in linea con il mondo reale.
Mara Maionchi veleggia nel suo matrimonio oltrepassando i 40anni tra sorrisi e lacrime come tutte le persone normali, però è piacevole sentirsi raccontare la verità con tanta disinvoltura e leggerezza.

#MaraMaionchi #Tradimento #Marito #Giocodazzardo #XFactor
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...