Ottava meraviglia a Sanremo 2017, è Ron solidale: "Per malati Sla che lottano"

26 gennaio 2017 ore 20:58, Adriano Scianca

C'è una ragione nobile dietro alla partecipazione di #Ron al #Festival di #Sanremo 2017: il sostegno alla ricerca sulla #Sla, la sclerosi laterale amiotrofica, una grave patologia neurodegenerativa incurabile. Nella sua settima partecipazione al Festival, che ha anche vinto con “Vorrei incontrarti fra cent’anni”, Ron porterà “L' #ottavameraviglia”, uno dei due inediti presenti nella edizione speciale dell’album “La forza di dire sì“ che uscirà venerdì 10 febbraio (l'altro è “Ai confini del mondo”). 

Ottava meraviglia a Sanremo 2017, è Ron solidale: 'Per malati Sla che lottano'

Il cantante è fortemente impegnato sul fronte della beneficienza: “Io ho una responsabilità enorme verso i malati di Sla, non posso tornare da loro con poco guadagno. E non mi vergogno ad ammettere che il disco non ha venduto moltissimo. La canzone che porterò al Festival esisteva già e il mio manager mi ha proposto Sanremo. Ho pensato che non c’era un posto migliore per fare da vetrina e sostenere l’Aisla (Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica, ndr)”. È una malattia dura da affrontare, la Sla. Tanto che alcuni hanno la tentazione di mollare. 

Ron, tuttavia, lancia un messaggio ben preciso: “Non credo nell’eutanasia. Abbiamo gli elementi e le persone per accompagnare un malato fino alla fine del suo percorso in modo dignitoso e senza sofferenza. Non sosterrei una proposta a favore dell’eutanasia. E i malati con cui ho a che fare sono persone che vogliono lottare”. Il 6 marzo Ron terrà un concerto benefico al Teatro Arcimboldi di Milano: con lui sul palco artisti del calibro di Luca Barbarossa, Loredana Bertè, Luca Carboni, Elodie, Giusy Ferreri, Nek, La Scelta, Francesco Renga e Syria.  

caricamento in corso...
caricamento in corso...