La Calabria e il rom Pio candidati all'Oscar con "A Ciambra" - VIDEO

26 settembre 2017 ore 16:26, Giuseppe Tetto
È “A Ciambra” il film italiano, a firma di Jonas Ash Carpignano, candidato alla notte degli Oscar ad Hollywood. Una bella soddisfazione per il 33enne regista italiano che con il suo film aveva vinto la Europa Label alla Quinzaine des Realisateurs di Cannes 2017. E a confermare la bravura di Carpignano, oltre al plauso generale, ci ha pensato anche il regista cult Martin Scorzese che ha voluto essere il produttore esecutivo.  

IL FILM
A Ciambra parla di Pio, 14 anni rom di Gioia Tauro che beve e fuma ma è uno dei pochi che riesce a interagire con le varie
La Calabria e il rom Pio candidati all'Oscar con 'A Ciambra' - VIDEO
realtà. Gira fra italiani africani e la sua gente e segue come un’ombra il fratello Cosimo. I problemi per Pio cominciano quando il fratello scompare perché per la prima volta deve fare i conti con la cruda realtà che lo circonda. Adesso il piccolo Pio spera di riuscire a entrare nei 10 titoli componenti la short list del miglior film in lingua originale, per poi essere scelto nella cinquina dei candidati decretata dall’Academy per la Notte del 90°Oscar Award, di scena il prossimo 4 marzo.  

CANDIDATURA
A dare il via libera alla candidatura del film di Carpignano è stata la Commissione di Selezione per il film italiano, su invito dell’”Academy of Motion Picture Arts and Sciences”, riunita davanti a un notaio e composta da Nicola Borrelli, Cristina Comencini, Carlo Cresto-Dina, Felice Laudadio, Federica lucisano, Nicola Maccanico, Malcom Pagani, Francesco Piccolo. L’annuncio delle nomination è previsto per il 23 gennaio prossimo. 

ALTRI PRETENDENTI
A concorrere insieme ad “A Ciambra” c’erano i film Cuori puri di Roberto De Paolis, L’equilibrio di Vincenzo Marra, Una famiglia di Sebastiano Riso, Fortunata di Sergio Castellitto, Gatta Cenerentola di Alessandro Rak – Ivan Cappiello – Marino Guarnieri – Dario Sansone, Ho amici in paradiso di Fabrizio Maria Cortese, L’ora legale di Salvatore Ficarra e Valentino Picone, L’ordine delle cose di Andrea Segre, Sicilian Ghost Story di Antonio Piazza e Fabio Grassadoni, La Stoffa dei Sogni di Gianfranco Cabiddu, La tenerezza di Gianni Amelio, Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni e La vita in comune di Edoardo Winspeare.
caricamento in corso...
caricamento in corso...