Patty Pravo, altro che malore. Spalla lussata ma ''poteva andare peggio''

31 luglio 2017 ore 18:39, Stefano Ursi
Sulle prime si era parlato di un malore per Patty Pravo, in vacanza in Puglia, nel Salento. La cantante, secondo quanto si apprende, sarebbe stata invece vittima di un incidente, una caduta accidentale in barca dopo cena a Santa Maria di Leuca, caduta che l'ha costretta ad essere portata all'ospedale di Tricase per farsi visitare. Arrivata al pronto soccorso della struttura ospedaliera 'Cardinale Panico', si apprende, e sottoposta alle visite e agli esami, alla cantante è stata diagnosticata una lussazione alla spalla destra con frattura del trochite omerale e almeno 25 giorni di prognosi.

Patty Pravo, altro che malore. Spalla lussata ma ''poteva andare peggio''
da Youtube
È stata poi dimessa e con l'andare delle ore si faceva sempre più forte la voglia dei fans di sapere le sue condizioni, visto che fino a quel momento non era trapelato nulla di cosa fosse realmente accaduto e tutti, fino a quel momento, pensavano ancora ad un malore così come si era diffuso sulle prime. Ma la cantante, attraverso l'Ansa, ha così parlato ai suoi fans, rassicurandoli delle proprie condizioni: "Ragazzi la mia vacanza finisce qui e ora comincia il casino. Niente isole greche – dice – ma poteva andare peggio. Cerco di essere di buon umore. Non mi piango addosso".

La stessa Patty Pravo, poi, sul suo profilo Facebook ha parlato direttamente ai suoi fans, rassicurandoli ancora di più sulle sue condizioni. Così recita il suo post, corredato da foto: ''Ragazzi nessun malore solo una piccola lussazione alla spalla che non fermerà le mie vacanze ... a presto con belle notizie!! Baci Patty Pravo''. Un sospiro di sollievo per i fan della cantante, che mettono like e emoji al suo post con foto e nei commenti le stanno inviando abbracci e baci e auguri di pronta guarigione, manifestando ancora una volta l'enorme affetto e passione che il suo pubblico le tributa in ogni occasione.

#pattypravo #spalla #incidente #salento

autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...