La "maledizione" di Obama anche su Gentiloni: "Sarà crescita e lavoro"

14 dicembre 2016 ore 13:09, Americo Mascarucci
Il presidente americano Barak Obama si congratula con il nuovo primo ministro italiano Paolo Gentiloni e con il Governo italiano che ha appena giurato. 
Lo si legge in una nota della Casa Bianca dove è scritto che "Obama apprezza l'impegno assunto dal nuovo Governo italiano sul fronte della crescita economica e della creazione di posti di lavoro. Il presidente non vede l'ora di lavorare con il Governo italiano per il perseguimento dei comuni obiettivi: crescita economica sostenibile e inclusiva, e sicurezza. L' Italia è uno dei nostri alleati più forti e vicini ed un partner indispensabile nella promozione degli ideali democratici e per la crescita della cooperazione internazionale su un'ampia gamma di priorità globali condivise".
Una benedizione che però non tutti avrebbero apprezzato.

La 'maledizione' di Obama anche su Gentiloni: 'Sarà crescita e lavoro'
Obama infatti negli ultimi tempi non avrebbe portato grande fortuna a quanti hanno potuto godere del suo sostegno.
Aveva invitato gli inglesi a bocciare la Brexit e a restare nell'Unione Europea e tutti hanno visto come è andata a finire.
Aveva manifestato apprezzamento per la Riforma costituzionale di Renzi e gli italiani l'hanno bocciata al referendum del 4 dicembre.
In casa aveva sostenuto Bernie Sanders alle primarie democratiche e ha vinto Hillary Clinton: ha infine sostenuto la Clinton alle presidenziali Usa cantando vittoria prima del previsto e ha vinto Trump.
Come se non bastasse ha espresso gradimento per una riconferma di Angela Merkel e di Francois Hollande alle politiche tedesche e alle presidenziali francesi del prossimo anno.
Secondo gli ultimi sondaggi la Merkel sarebbe in grosse difficoltà, mentre Hollande si è ritirato dalla corsa.
E se più indizi fanno una prova, Gentiloni forse delle congratulazioni di Obama ne avrebbe fatto volentieri a meno.


caricamento in corso...
caricamento in corso...