Lega "al verde", sequestrati conti correnti: ira di Salvini, Renzi gode

15 settembre 2017 ore 10:21, Americo Mascarucci
Doccia gelata sulla Lega Nord, prosciugati i conti correnti del Carriccio. Il tribunale di Genova ha infatti deciso di sequestrare i conti correnti del partito accogliendo la richiesta del pm Paola Calleri relativa alla confisca di oltre 48 milioni di euro. La richiesta fa seguito alla sentenza di primo grado contro Umberto Bossi, Francesco Belsito e altri cinque imputati, per la presunta maxi truffa sui rimborsi elettorali tra il 2008 e il 2010. La misura segue la condanna in primo grado per appropriazione indebita comminata nel luglio scorso al fondatore del partito Umberto Bossi (2 anni e 3 mesi), al figlio Renzo (1 anno e 6 mesi) e all'ex tesoriere Francesco Belsito (2 anni e 6 mesi). Al centro del processo le spese personali (corsi di laurea, riparazioni delle vettura, multe, pranzi, acquisto di fondi in Tanzania) che si presume siano state pagate con i rimborsi elettorali della Lega.
Lega 'al verde', sequestrati conti correnti: ira di Salvini, Renzi gode

L'IRA DI SALVINI
Il leaderMatteo Salvini è un fiume in piena e grida al complotto politico. Anche perché, il sequestro dei conti correnti comporterà inevitabilmente l'impossibilità di far fronte alle spese che il Carroccio dovrà sostenere in vista della prossima campagna elettorale per le elezioni politiche. "È una follia senza nessun precedente - attacca Salvini - è una follia che grida vendetta, un attacco alla democrazia. È una situazione che non ha precedenti nella storia democratica. I soldi dei conti non sono più nella nostra disponibilità, ad ora non sappiamo come pagare Pontida e come pagare i fornitori". Insomma la Lega sarebbe in profondo rosso. 
Questo quanto denunciato dal leader leghista in una conferenza stampa presso la Camera dei Deputati. Ma Salvini va ancora più duro con un post su Facebook. "Il vecchio sistema - scrive - sta usando un pezzo di magistratura per provare a bloccare la nostra (e vostra) avanzata, per minacciare e spaventare la Lega. Neanche in Unione Sovietica... Con me, e con voi, hanno trovato le persone sbagliate. Avanti Amici, andiamo a governare, facciamo pulizia e l'Italia riparte". La lega insomma non si arrende ed è decisa ad andare avanti anche senza soldi.

LA REPLICA DELLA PROCURA
Dalla Procura però ci si affretta a smentire motivazioni politiche dietro la decisione: "Quello emesso dal tribunale è un sequestro preventivo provvisorio — ha spiegato il procuratore di Genova Francesco Cozzi — see la sentenza di condanna di primo grado dovesse essere ribaltata in appello o in Cassazione i soldi verranno restituiti". Nell'attesa però le casse del partito resteranno vuote.

L'ATTACCO DI RENZI
E naturalmente la vicenda non ha potuto non avere echi politici dirompenti. Ecco che il segretario del Pd Matteo Renzi durante un'iniziativa di partito a Frascati è subito partito, lancia in resta, contro l'altro Matteo: "Tutti i giorni Salvini fa la morale 'Roma ladrona' - ha attaccato Renzi - Ma quando sono scesi giù, ci si sono trovati bene. Se c'è un partito che ha rubato i soldi del contribuente è la Lega nord per l'indipendenza della Padania e nessuno mai che lo dica". 

#lega #sequestro #conticorrenti
caricamento in corso...
caricamento in corso...