Salvini lancia il guanto di sfida a Berlusconi sui voti. Unico no ad Alfano

02 agosto 2017 ore 14:02, intelligo
E' partita la sfida del segretario della Lega, Matteo Salvini, ospite su Radio 24 della trasmissione “Ma cos'è questa estate", al leader di Forza Italia: "Berlusconi l'ha detto e io accetto la sua sfida: sarà leader chi prenderà un voto in più in cabina elettorale da parte degli italiani, quindi decideranno gli italiani se prende un voto in più nel centrodestra Salvini o Berlusconi". Nella puntata di oggi di Agorà Estate anche Gian Marco Centinaio della Lega Nord, parlando di votazioni in parlamento e possibili future alleanze, aveva messo altra carne al fuoco del centrodestra: "Spesso abbiamo posizioni simili con il M5S perché essendo all'opposizione votiamo nello stesso modo. Sbagliato, invece, è quando Forza Italia vota come il Pd". E cosa può favorire un'unione fra Lega e M5S? "Lo domandi a Salvini perché quando li osservo in Parlamento - ha replicato - non capisco come facciano a votarli. O forse lo capisco: dipende dagli errori della politica". Però Salvini dice: meglio Di Maio di Alfano gli ribattono. E Centinaio ha risposto anche a questo: "Se sono su una torre prima butto giù Alfano poi Di Maio".

Salvini lancia il guanto di sfida a Berlusconi sui voti. Unico no ad Alfano
Solo ieri a Montecitorio Salvini aveva affrontato il tema elezioni non senza inviare messaggi al Cavaliere e centristi: "Io sono pronto. Sono pronto a guidare il Paese con una coalizione alternativa a Renzi e Grillo. Senza raccattare quelli che hanno difeso le poltrone con Renzi fino a ieri mattina. Sono pronto a rivoluzionare il fisco, la scuola, la giustizia. Non vedo l'ora di bloccare l'invasione dei migranti", ha proseguito il leader leghista". E in tema di alleanze solo un punto era certo già da ieri. Nessuno spazio per Angelino Alfano, infatti dopo l’incontro saltato con Niccolò Ghedini, a Rainews24 Matteo lo aveva detto chiaro e tondo: “Incontrare Alfano è una gran perdita di tempo, chi vuole perdere tempo sa cosa fare. Chi ha interesse invece a rilanciare questo Paese, ha altro da fare in Sicilia, come altrove. Chi sta governando con Renzi e sta reggendo il moccolo a un Pd non avrà mai niente a che fare con la Lega, col Centrodestra” ed ha concluso: “Ci stiamo preparando a governare seriamente con un progetto d'Italia ben chiaro in testa che parla di tasso di migrazione, di scuola, di ambiente che non prevede vecchi riciclati".

#salvini #centrodestra  #alfano 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...