Charlie Gard, Pres. Cei Bassetti: "Il Papa l'ha detto chiaramente: vita va difesa"

21 luglio 2017 ore 13:33, intelligo
L'intervista al presidente della Cei Gualtiero Bassetti rilasciata a Radio Vaticana, sulla vicenda di Charlie Gard è chiara e netta: il bimbo di 11 mesi affetto da una rara malattia genetica ha diritto a vivere e la vita "va difesa".
Per il cardinal Bassetti "è chiaro che la questione è strettamente antropologica e soprattutto non si deve mai addolcire, peggio ancora anestetizzare la coscienza, sul fatto della vita perché la nostra vita è eterna, comincia su questa terra e durerà per sempre". Ma la questione "va vista anche sub specie aeternitatis (sotto l'aspetto dell'eternità n.d.r.). Allora è una questione antropologica e anche spirituale. Quindi, la vita va difesa e protetta anche quando siamo in presenza di una malattia, che noi possiamo giudicare una malattia gravissima".
Charlie Gard, Pres. Cei Bassetti: 'Il Papa l'ha detto chiaramente: vita va difesa'
PAPA
E va difesa perché il Papa l'ha detto con una chiarezza estrema, a questo punto Bassetti lo cita: "non esiste nessuna vita che non sia degna di essere vissuta. Altrimenti cadiamo nella cultura dello scarto e questo è terribile perché ciò che si scarta vuol dire che è inutile. E allora vorrebbe dire che esistono delle vite inutili che non sono degne di essere vissute".

SIGNIFICATO VITA
Ma cos'è la vita? "La vita, invece, è sempre un dono, una relazione. Pensate - conclude - che forma di relazione è stata ed è di fatto la vita di Charlie: tutto il mondo in qualche modo si è concentrato attorno a lui, non solo la sua grande e nobile famiglia ma nazioni intere si sono concentrate attorno a questo fatto perché c’è una vita e perché la vita è relazione, capace di coinvolgere anche l’opinione mondiale. La vita, quindi, non è mai un fatto unilaterale: anche la vita di una sola persona sulla terra, ci coinvolge tutti". 

#bassetti #charliegard #vita #cardinal
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...