Stress da rientro vacanze, come preparare mente e corpo al fine ferie

25 agosto 2017 ore 19:00, Americo Mascarucci
Un italiano su 3 torna dalle ferie piu’ stressato di prima. E’ quanto emerge da uno studio di In a Bottle (inabottle.it), che ha raccolto le opinioni di circa 1.500 italiani attraverso un monitoraggio online sui principali social network, forum e community digitali per raccogliere ansie e paure sul ritorno in citta’ e su circa 20 esperti tra psicologi, sociologi e nutrizionisti. Le ferie utili per consentire di fuggire dalla routine quotidiana e rigenerarsi rischiano di produrre effetti collaterali nei soggetti ansiasi, quelli cio+è che vivono il rientro a lavoro come un trauma e con l'avvicinarsi del fatidico gioorno si fanno prendere dal panico. Poi ci sono quelli che convinti di essere riposati al punto giusto sui buttano a capofitto nel lavoro consumando in pochi giorni le energie riguadagnate dai giorni di ferie stressandosi in poco tempo.
Stress da rientro vacanze, come preparare mente e corpo al fine ferie

CONSIGLI UTILI
Ecco quindi il modo migliore per affrontare il rientro.
Gli esperti consigliano di non affaticarsi troppo il primo giorno e rituffarsi nel lavoro in maniera graduale, a piccole dosi sbrigando soltanto le faccende più urgenti e diluendo le altre nei giorni successivi. Nei giorni immediatamente precedenti il rientro sarebbe utile anticipare la sveglia di qualche minuto, un quarto d'ira al giorno per esempio nell'arco degli ultimi cinque giorni di ferie per non vivere con troppa pesantezza l'impatto di rialzarsi presto di colpo. 
Gli esperti poi sconsigliano il rientro dai luoghi di vacanza il giorno prima del ritorno in ufficio. Meglio anticipare di un paio di giorni per poter riadattare l'organismo alla routine quotidiana. Non bisogna poi vivere il ritorno al lavoro come un incubo ma cercare di organizzare nel tempo libero attività di relax che possano in qualche maniera non recidere del tutto il cordone con le ferie. In questo modo si eviterebbe di passare di colpo dal riposo allo stress, dal divertimento all'ansia da lavoro. Insomma non bisogna necessariamente aspettasre il prossimo turno di ferie per svasgarsi di nuovo. 
Poi molto dipende dalla volontà. Va evitato di considerare il ritorno alla quotidianità come un qualcosa di drammatico pensando anche agli aspetti positivi: ritrovare i colleghi, i momenti di relax e di svago della pausa caffè o del pranzo, il viaggio in treno o in pullman con gli amici pendolari per raggiungere il luogo di lavoro ecc. Insomma importante ri partire con lo spirito giusto. 

ALIMENTAZIONE
Importante poi anche il settore nutrizionale. Durante le ferie ci si concedono eccessi anche nel mangiare e si rischia di ritornare appesantiti, fatto questo che potrebbe aumentare la condizione di stress. Importante quindi riequilibrare anche i pasti. 
"Per il recupero di una condizione ottimale bisogna cominciare dalla prima colazione – consiglia all'Asnkronos Luca Piretta, specialista in Scienze della nutrizione – L’omissione della prima colazione riduce la performance sia in termini di minore capacità di concentrazione che di rendimento nelle attività fisiche. Ma non conta solo il cibo, bensi’ anche l’acqua. Nella prima fase del rientro sono consigliate acque ricche di minerali per recuperare i sali persi durante l’estate e che continueranno a perdersi per le elevate temperature che di norma perdurano ancora per un mese dopo il rientro".

#ferie #rientro #stress





caricamento in corso...
caricamento in corso...