Call of Duty, nuovo capitolo tra innovazione e "ritorno al passato": i dettagli

27 aprile 2017 ore 8:15, Eleonora Baldo
Activision ha svelato solo qualche ora fa - precisamente alle 19 di ieri - i dettagli riguardanti i contenuti della sua nuova creatura Call of Duty World War II, per gli amici CoD WWII, e già non si fa altro che parlare di lei, del nuovo fiore all’occhiello realizzato dalla casa software Sledgehammer. 

Già perché la nuova puntata della saga rappresenta per gli intenditori del settore un perfetto connubio tra innovazione e revival del passato: da un lato, vi sono le nuove tecnologie del gaming che hanno reso ancora più spettacolare e realistica la grafica e gli effetti speciali, dall’altro vi è un ritorno al passato che rappresenta in sé una piccola innovazione. Perché, in netta controtendenza con l’andamento degli ultimi anni, l’ambientazione si sposta da scenari bellici futuristici al drammatico scenario della seconda guerra mondiale, più precisamente, a quelli dello sbarco in Normandia. 

Un “ritorno al passato” che gli insider non intendono come una risposta a Battlefield 1 e, piuttosto, quasi un tentativo di diffondere anche presso le generazioni più giovani - ricordiamo che la prima puntata della saga è uscita nel 2008 - la conoscenza dell’atmosfera e delle ambientazioni tipiche degli scenari della Seconda Guerra Mondiale. Senza contare, ad ulteriore discreto della supposizione che, Activision per poter sostenere una cadenza d’uscita annuale deve mantenere una programmazione triennale, fatto che porta a pensare che il capitolo in uscita - il banner alla Gare di Saint Lazare a Parigi parla del prossimo 3 novembre come data presunta d’uscita del game - sia stato concepito subito dopo il lancio di Advanced Warfare nel 2014. 

Call of Duty, nuovo capitolo tra innovazione e 'ritorno al passato': i dettagli

Con questo nuovo capitolo, Sledgehammer sembra quasi voler compiere un virtuosismo tecnico-enciclopedico in cui l’utilizzo delle tecniche più avanzate di produzione di video game è al contempo sia motivo di vanto sia strumento per mettere a disposizione dei propri fan ambientazioni spettacolari, la conoscenza anche attraverso il mondo del gaming, dei nostri trascorsi storici, senza perdere di vista il rispetto per  le tragedie e per le molte vite umane spezzate nel corso del più grande conflitto bellico del XX secolo. 

Per conoscere nel concreto le novità realmente introdotte dovremo attendere il mese di novembre, quando la nuova puntata di Call of Duty verrà immessa nel mercato, in versioni disponibili per Xbox, Playstation 4, Pc e Ps4 Pro. 


#videogame #callofduty #anteprima

caricamento in corso...
caricamento in corso...