Alitalia, forse un futuro con Air Berlin: parola a Lufthansa

28 agosto 2017 ore 11:35, Luca Lippi
Si profila la stretta finale sulla cessione di Alitalia. In vista del traguardo si intravedono tre partecipanti, Lufthansa, Ryanair e Easyjet. Il bando Alitalia, partorito dai commissari straordinari Luigi Gubitosi, Enrico Laghi e Stefano Paleari, ha definito le caratteristiche e le due soluzioni tra cui gli interessati alla compagnia dovranno scegliere: la vendita completa o la cessione separata.

LE DUE SOLUZIONI
Come accennato, il bando Alitalia contempla non una, ma due soluzioni tra cui scegliere: la cessione completa della compagnia aerea, ex fiore all’occhiello nazionale, oppure la separazione tra volo e servizi e la loro conseguente vendita separata.
Alitalia, forse un futuro con Air Berlin: parola a Lufthansa
Dopo aver studiato le offerte non vincolanti pervenute entro il 21 luglio, i tre commissari straordinari nominati dal Governo per la gestione della crisi Alitalia hanno scelto le due possibili strade da intraprendere pur evidenziando la preferibilità della vendita totale rispetto alla separazione tra Aviation e Handling (ossia tra volo e servizi).
Ciò significa che se alla chiusura delle offerte, il cui termine ultimo è previsto per il 2 ottobre, si osserverà una parità tra la vendita totale e quella separata, secondo quanto previsto dal bando Alitalia la preferenza sarà accordata alla prima opzione.
Sulla sezione Handling e sull’ipotesi di vendita unica potranno presentare offerte soltanto quelle società che possono vantare un fatturato lordo annuo medio di 1 miliardo negli ultimi tre esercizi o comunque società che abbiano avuto nell’ultimo esercizio un patrimonio netto di almeno 250 milioni.
Sulla sezione Aviation potranno presentare richiesta soltanto società con 50 milioni di fatturato o 25 milioni di patrimonio.
Ancora secondo quanto stabilito dal bando Alitalia, le manifestazioni di interesse sono partite già il 7 agosto e sono accettabili tutte quelle che perverranno al 15 settembre. Entro 10 giorni dalla loro ricezione sarà comunicata l’ammissibilità e, in caso di esito positivo, il termine ultimo per le vincolanti sarà ancora il 2 ottobre.
In altre parole, ecco cosa prevede il bando Alitalia:
-scelta tra cessione totale o parziale
-preferibilità della vendita in blocco
-termine ultimo per la presentazione delle offerte vincolanti: 2 ottobre.

CHE SUCCEDE ADESSO?
Il bando Alitalia ha già superato l’esame dell’esecutivo e ha ottenuto il via libera da parte del Ministero dello Sviluppo Economico. Le linee guida tracciate al suo interno saranno di indicazione a coloro che, entro il termine perentorio del 2 ottobre, vorranno presentare le offerte vincolanti per l’acquisizione totale o parziale della compagnia aerea.
Dopo la nomina dei commissari speciali, alla finestra di Alitalia sono giunte 33 manifestazioni di interesse. Tra queste offerte non vincolanti ricordiamo quelle del colosso Ethiad, dell’irlandese Ryanair, ma anche della tedesca Lufthansa, della Delta, della British e della Easyjet. 
Allo stato dell’arte pare che Alitalia è una corsa a tre. E per la precisione, a correre per comprare la compagnia di bandiera italiana sono due low cost, Ryanair e Easyjet, e la tedesca Lufthansa. Si delinea così il quadro dei pretendenti di Alitalia. 

L’OBIETTIVO DEL BANDO ALITALIA? 
Giungere all’aggiudicazione per ottobre o novembre e infine al closing dopo novembre.
Le conseguenze non si faranno attendere. Mentre fino a questo momento si è tentato di tranquillizzare circa la futura continuità dei servizi ai viaggiatori, quali saranno le reali capacità di gestione nel caso dell’ipotesi separazione prevista dallo stesso bando Alitalia?

IPOTESI DI UNIONE TRA ‘COMMISSARIATE’
Secondo quanto riporta La Stampa, ci sarebbe  “uno scenario più che suggestivo” allo studio. “I destini di Alitalia e di Air Berlin, la seconda compagnia in Germania, anch’essa in amministrazione straordinaria, potrebbero infatti intrecciarsi con la regia di Lufthansa”. Pare che la compagnia tedesca, che partecipa ad entrambe le gare pubbliche di vendita potrebbe diventare una sorta di ‘collettore’ dei due gruppi. Ma al momento si tratterebbe solo di un’ipotesi. 

#Alitalia #Closing # Lufthansa # Ryanair # Easyjet #Futuro

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...