Guai e sospetti su Raggi e Romeo. Ma l'ex marito difende Virginia

03 febbraio 2017 ore 15:31, Micaela Del Monte
Sarebbero due le polizze vita nella quali l'ex capo della segreteria del Comune di Roma Salvatore Romeo ha indicato Virginia Raggi (allora consigliera comunale Cinque Stelle e non ancora eletta sindaca) quale beneficiaria. Una da 30mila euro, senza scadenza, era stata stipulata da Romeo nel gennaio del 2016, l'altra, fatta qualche mese dopo e con scadenza 2019, riguardava un importo di 3mila euro

Guai e sospetti su Raggi e Romeo. Ma l'ex marito difende Virginia
Comunque, come riporta l'Huffington Post, il pm Francesco Dall'Olio ed il procuratore aggiunto Paolo Ielo hanno ribadito che il "90% delle chat filtrate sui giornali in questi ultimi giorni" o non sono agli atti d'indagine oppure vengono ritenute non riferibili all'inchiesta. Comunque non può esser considerata corruzione la vicenda delle polizze. I contratti all'esame degli inquirenti firmati da Romeo prevedono in caso di "premorienza" del contraente, beneficiaria la Raggi. La sindaca lo avrebbe scoperto giovedì sera davanti ai pm. 

Dal canto suo l'ex marito della Raggi Andrea Severini su Facebook ha preso, come al solito, le parti dell'ex moglie. "Comunque in bici non serve l'assicurazione, buongiorno anime perse. Sorridete sempre anche quando sembra tutto impossibile!" ha scritto Severini in un post in cui si immortala con un selfie in bicicletta. L'ex della sindaca ha poi aggiunto: "Quindi? Anche questa nel cestino? Da Repubblica.
"Nessun elemento di rilevanza penale è stato individuato dagli inquirenti. L'ex capo segreteria di Raggi, i cui movimenti finanziari a partire dal 2000 sono stati ricostruiti dai magistrati, ha utilizzato soldi suoi, stipulando nel tempo queste polizze come strumento di investimento.""

caricamento in corso...
caricamento in corso...