Fiamme nell'hotel di Trump, per polizia "incendio sospetto". Tutte le piste

03 marzo 2017 ore 13:57, Andrea De Angelis
Un incendio, nel cuore di New York. L'allarme è scattato nel cuore della notte e i Vigili del Fuoco statunitensi sono riusciti in breve tempo a domarle. Nessun morto, nessun ferito, anche i danni non sembrano ingenti. E molti abitanti della zona non si sono accorti di niente. Eppure la notizia ha fatto il giro del mondo, arrivando anche qui in Italia. Il motivo? Basta leggere il nome dell'hotel, una struttura di lusso, rigorosamente a 5 stelle: "Trump International Hotel". L'incendio è divampato al quarantasettesimo piano intorno alle quattro e mezza di notte. 

Fiamme nell'hotel di Trump, per polizia 'incendio sospetto'. Tutte le piste
INCENDIO SOSPETTO
Come detto fortunatamente non ci sono stati feriti durante l'incendio che questa notte ha colpito l'hotel di New York. Eppure la Polizia, nell'aprire l'indagine, ha utilizzato un termine che ha reso la notizia di rilevante importanza. Soprattutto perché quell'hotel è uno dei tanti di proprietà di Donald Trump. "Sospetto". Così le forze dell'ordine hanno definito l'incendio, dunque l'ipotesi che lo stesso possa essere di origine dolosa è tutt'altro che da escludere. 

LE IPOTESI
Perchè dar fuoco a un hotel nel cuore di New York? Se davvero l'incendio fosse stato di natura dolosa, ci sarà da rispondere (saranno le indagini a dirlo) a questa domanda. Noi nel frattempo possiamo limitarci a fare delle ipotesi verosimili. Quella più giornalistica, diciamo così, riguarda il proprietario dell'Hotel. Un'intimidazione, un dispetto al neo eletto Presidente? Chissà. C'è poi la possibilità che possa essere stato un lavoratore a vendicarsi nei confronti della direzione, o ancora quella di un folle tra i clienti. Insomma, le ipotesi non mancano. Così come quella, evidentemente, che l'incendio sia tutt'altro che doloso...

#hotel #trump #incendio
caricamento in corso...
caricamento in corso...