'Santa alleanza' contro Le Pen, Valls al primo turno vota Macron. Effetto Italia

30 marzo 2017 ore 11:05, intelligo
Presidenziali francesi ad alta tensione e un'aria abbastanza simile a quella che si respira in Italia. L'ultimo choc è che l'ex premier socialista Valls ha dichiarato il suo sostegno al suo ex-Ministro dell’Economia, ora candidato indipendente di En Marche!, Emmanuel Macron. Ma i compagni di partito non ci stanno, e sembra un po' di rivedere renziani contro bersaniani scontrarsi sul concetto di chi rappresentasse meglio la sinistra, cosa fosse di sinistra... 
'Santa alleanza' contro Le Pen, Valls al primo turno vota Macron. Effetto Italia
Hamon-Bersani dice infatti: “Gli elettori reagiscano” e ancora “Fuori chi sta con Macron”. L'unica certezza è il disorientamento della classe politica prima ancora di quello della società civile. In Francia gli schieramenti erano sempre stati più netti che da noi, ma anche i francesi stanno cambiando. Tutta una serie di politici e di mass media sono allineati contro Le Pen, tutti all'opposizione. Un strategia perdente venduta con la spocchia di chi non convince più così tanto: il potere è mio e lo gestisco io, insomma. 
Così dopo il già sospetto Penelope-Gate, la destra francese appare sola contro tutti, con i sondaggi che sembrano ricordare quelli ai tempi della sfida Trump-Obama. La paura che al governo possa andare la figlia di Jean-Marie Le Pen ha mandato in tilt i socialisti portandoli (in parte) al sostegno al candidato presidenziale indipendente Emmanuel Macron, già Ministro dell’Economia nel governo di Valls premier, che sottolinea: “Non è possibile prendere alcun rischio per la Repubblica”. Ma, aspettate un attimo. Non sono elezioni democratiche, ma la Repubblica contro Le Pen. Quindi socialisti e destra sarkozista sono la stessa cosa? Beh, è proprio il sospetto di quanti stanno finendo ai lati più estremi del voto, per evitare la melassa finto-nemica che si avverte a destra e a sinistra ormai. 
Hamon, un politico di razza, lo ha detto chiaramente: “È un duro colpo per la democrazia, la democrazia è umiliata”, ha affermato il candidato socialista all’Eliseo. Da qui il suo appello agli elettori: “Vi chiedo di reagire, vi chiedo di punire coloro che si prestano a questo gioco morboso e vi chiedo anche di voltare pagina rispetto a questa vecchia politica, di voltare le spalle a quei politici che non credono in nulla e che vanno dove va il vento, a dispetto di ogni fede”.
'Santa alleanza' contro Le Pen, Valls al primo turno vota Macron. Effetto Italia

Dunque, la sintesi di queste elezioni francesi può essere così espressa: o è Macron, Hamon contro Le Pen, o è dittatori contro democrazia. E assurdamente la democrazia in base alle ultime dichiarazioni, la rappresenta Marine Le Pen. In questo momento è l'unica persona (come disse a Intelligo News lo storico Franco Cardini) che vagamente ricorda un personaggio politico, che fa discorsi politici (...)  E francamente mi preoccupa il tentativo di buttare lì l'unione sacra pur di ostacolare la Le Pen, che mi ricorda tanto quello degli 'scissionisti' del Pd per ostacolare Renzi, con il solo risultato probabilmente di favorirlo''. 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...