Mario Orfeo nuovo Dg Rai: chi è il giornalista più odiato dai grillini

09 giugno 2017 ore 12:12, Americo Mascarucci
Mario Orfeo, attuale direttore del Tg1, si appresta a sostituire Antonio Campo Dall'Orto alla direzione generale della Rai. E' lui il nome proposto questa mattina al Consiglio d'amministrazione. Orfeo, considerato vicino al Pd renziano, è stato spesso al centro di polemiche negli ultimi mesi proprio per il suo ruolo di direttore del Tg1: il Movimento 5Stelle lo ha più volte accusato di faziosità e partigianeria e di essere pregiudizialmente ostile ai grillini per l'eccessivo spazio che il tg della rete ammiraglia Rai avrebbe riservato ai problemi e alle inchieste che hanno riguardato il Movimento
Mario Orfeo nuovo Dg Rai: chi è il giornalista più odiato dai grillini

CHI E' - Ma chi è Mario Orfeo? Nato a Napoli nel 1966 esordisce come giornalista della carta stampata: ha iniziato la sua carriera a Repubblica lavorando prima nella redazione di Napoli per poi approdare a Roma come caporedattore. Nel 2002 viene chiamato dall'editore Francesco Gaetano Caltagirone alla direzione de Il Mattino di Napoli. Nel 2007 ha vinto il premio Ischia internazionale di giornalismo per l'informazione scritta.
Il 23 luglio 2009 viene nominato direttore del TG2, su proposta del direttore generale Mauro Masi e con voto unanime del consiglio di amministrazione, incarico che ricoprirà fino al 2011. Durante il suo periodo di direzione apporta diverse novità alla linea editoriale. 
Vicino al Pd è stato spesso polemico con il centrodestra berlusconiano negli anni in cui era al Governo. Non solo, Orfeo è stato spesso apertamente critico con il collega Augusto Minzolini quando dirigeva il Tg1. Di lui ebbe a dire: "Il Tg1 berlusconiano? Di certo è un tg filogovernativo".
Il 21 marzo 2011 torna alla carta stampa, dimettendosi da direttore del Tg2 per assumere la direzione de Il Messaggero. Ma il divorzio con la Rai è breve perché il 29 novembre 2012 viene nominato direttore del TG1, su proposta del DG della Rai Luigi Gubitosi, succedendo così ad Alberto Maccari. E anche qui si renderà protagonista di una grande rivoluzione editoriale, sia sul piano grafico che su quello dei contenuti. 

POLEMICHE A 5STELLE - Come detto le polemiche con i 5Stelle sono all'ordine del giorno. Incredibilmente Orfeo si trova a dover rispondere delle stesse accuse che il centrosinistra lanciava all'indirizzo del predecessore Minzolini, ovvero di realizzare un Tg filo-governativo. Dopo aver ricevuto pesanti critiche tanto da Beppe Grillo che da altri esponenti pentastellati, gli è toccato di dover subire anche un "agguato giornalistico" stile Le Iene da parte di militanti grillini che lo hanno atteso sotto casa armati di telecamere e microfoni chiedendogli conto dei presunti servizi del Tg1 contro il Movimento e Virginia Raggi. Servizi che a detta dei 5S sarebbero stati sempre costruiti con intenti denigratori. Orfeo è stato inoltre accusato di aver dato eccessivo risalto alle inchieste giudiziarie degli avversari di Renzi, minimizzando invece quelle del Pd. 
Appare evidente come la sua ascesa al vertice di Viale Mazzini non potrà ottenere la benedizione dei grillini. 

#orfeo #Rai #direttoregenerale
caricamento in corso...
caricamento in corso...