Adinolfi dà il colpo di grazia a Valeria Fedeli: "Senza neanche Maturità. Dimissioni"

16 dicembre 2016 ore 16:37, intelligo
"Vediamo se qualche giornalista riesce a fare una domanda semplice: ministro Fedeli, lei ha mai sostenuto l'esame di maturità? La risposta è una sola: no". E' stato Mario Adinolfi, presidente del Popolo della Famiglia, ex deputato Pd e tra gli organizzatori dell'ultimo Family Day a scoprire il caso laurea falsa di Valeria Fedeli, ma non contento e dati alla mano, alza un altro polverone sull'ex sindacalista tessile della Cgil. 
Colpa sempre di quel nel curriculum scolastico della neo ministra, reo di un'altra lacuna che potrebbe essere davvero importante. 
Adinolfi dà il colpo di grazia a Valeria Fedeli: 'Senza neanche Maturità. Dimissioni'
Fedeli - continua Adinolfi - non ha mai fatto neanche la maturità, ma solo i tre anni di magistrali necessari a prendere la qualifica di maestra d'asilo e poi il diplomino privato all'Unsas da assistente sociale, quello spacciato per diploma di laurea in Scienze sociali. Abbiamo il record mondiale di un ministro della Pubblica istruzione che non solo mente sui propri titoli di studio, non solo non è laureato, ma non ha mai neanche sostenuto quell'esame di maturità che ogni anno agita così tanto centinaia di migliaia di studenti".
Poi l'ex Pd parte con la richiesta di "dimissioni. Altrimenti spero e credo che ad ogni incontro studenti e docenti la sotterreranno di pernacchie. La credibilità - conclude Adinolfi - non si compra al mercato e neanche con dozzine di politici e giornalisti amici che ti coprono".
L'ex candidato a sindaco di Roma rimane un giornalista vecchio stampo, quello che lavora su fonti e domande, uno che all'accusa di essere ideologico, risponde con la preparazione. Forte della sua laurea e del suo intuito indiscutibile (è il politico cattolico che ha scoperto la presenza della stepchild adoption all'interno del Ddl Cirinnà), aveva promesso dalla Piazza del Family Day "Renzi ci ricorderemo": e a quella scelta della "ministra pro-gender" apparsa vendicativa da parte dell'ex premier e di Gentiloni, oggi risponde con i semplici fatti. Ora, dalla sua pagina Facebook, il leader del Popolo della Famiglia entra anche nel caso Marra, e chiede le dimissioni anche della Raggi. 

Quando si dice, la vendetta va consumata fredda. Ma non sarebbe cattolico dirlo. 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...